Roma 18 aprile 2014
31 maggio 2012

VI Municipio. Ecomuseo. L’Osservatorio Casilino chiede audizione in Commissione Cultura Regione Lazio

La rete civica sollecita il Consiglio Municipale a prendere posizione, con una delibera unanime, contro lo scempio incombente sul Comprensorio Casilino
Comunicato stampa - editor: CGRN
CONDIVIDI

L’Osservatorio Casilino in considerazione della recente approvazione in commissione Ambiente della Regione Lazio di una proposta di legge sugli ecomusei, ha chiesto formalmente un’audizione in Commissione Cultura della stessa Regione per sensibilizzare sull’importanza e sull’opportunità di istituire un ecomuseo nel Comprensorio Casilino preservandolo dalla devastazione incombente pianificata e voluta dal Comune con la variante urbanistica “piano particolareggiato Comprensorio Casilino”.

In luogo dell’Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros, proposta di valorizzazione delle inestimabili potenzialità naturalistiche, storico archeologiche e culturali del Comprensorio Casilino fortemente sostenuta dai Cittadini, dai Comitati, dalle Associazione del Sesto Municipio che ha avuto il plauso dell’Associazione Europea Vie Francigene, referente italiano del Consiglio d’Europa e della Soprintendenza Archeologica del MIBAC, il Comune infatti si appresta a perpetrare uno scempio urbanistico edificando una città di 10.000 abitanti all’interno del Comprensorio stesso.

L’Osservatorio Casilino intende pertanto sostenere davanti alla Commissione Cultura della Regione Lazio le ragioni per cui il Comprensorio Casilino è la sede naturale del 1° ecomuseo urbano a Roma caratterizzandosi così come polo culturale di interesse nazionale ed internazionale a servizio dei cittadini e del turismo di qualità.

Nel contempo rinnova la richiesta a tutti i Consiglieri Municipali, di maggioranza e di opposizione, affinché si esprimano inequivocabilmente con una delibera votata all’unanimità contro ogni ipotesi di edificazione nel Comprensorio Casilino e a favore della sua valorizzazione attraverso un modello di sviluppo innovativo e sostenibile qual è appunto l’istituzione dell’ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros.

Stupisce infatti e lascia perplessi come nel Consiglio Municipale del 2 aprile, in cui era in discussione l’annunciato piano particolareggiato, le dichiarazioni pronunciate da tutti i Consiglieri contro ogni ipotesi di speculazione nel Comprensorio Casilino non si siano tradotte in alcun atto politico.

In quella sede i cittadini hanno atteso invano una delibera unanime del Consiglio Municipale che purtroppo non c’è stata per ragioni francamente incomprensibili e di certo non attinenti a quello che dovrebbe essere l’interesse preminente della salvaguardia del Comprensorio.

L’Osservatorio Casilino e i Cittadini del Sesto Municipio ribadiscono con forza come in questo momento sia necessario serrare le file e schierarsi compatti contro la devastazione urbanistica del Comprensorio Casilino.

Auspicano pertanto, ancora una volta, che tutti i Consiglieri Municipali rispondano all’appello in quanto cittadini di questo territorio prima ancora che referenti di partito e sottolineano, vista l’importanza della posta in gioco, come l’inerzia equivalga ad un atto irresponsabile.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
titleMeteo
Sereno e soleggiato
15°C  | Dettagli
La settimana »
TRAFFICO E VIABILITÀ