Roma 23 ottobre 2017
12 ottobre 2017

FAI - FONDO AMBIENTE ITALIANO: domenica 15 ottobre 2017 GIORNATA FAI D’AUTUNNO - aperture di luoghi speciali a ROMA E in LAZIO

170 itinerari tematici straordinari in tutta Italia
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

LE APERTURE A ROMA E IN LAZIO

Soffermare l’attenzione sulla piazza che attraversiamo per andare al lavoro o conoscere come vivevano i proprietari dell’elegante villa che scorgiamo dal balcone di casa. Sono modi diversi di scoprire la nostra città da punti di vista nuovi e il FAI – Fondo Ambiente Italiano ci invita a rinnovare il nostro sguardo sull’Italia partecipando, domenica 15 ottobre 2017, alla Giornata FAI d’Autunno, realizzata dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva dal 1° al 31 ottobre.
Per l’occasione 3.500 volontari accompagneranno gli italiani alla scoperta di 600 luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune - la musica, l’acqua, le tradizioni artigiane locali, il panorama urbano dall’alto, gli spazi dedicati all’amore sacro e a quello profano… – e raccontati da una prospettiva insolita.

Circa 170 itinerari tematici straordinari in tutta Italia connetteranno, come un fil rouge da seguire liberamente, l’apertura di palazzi, chiese, castelli, parchi, teatri, architetture industriali in trasformazione, ma anche interi quartieri e borghi. All’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà dedicata eccezionalmente la quota agevolata di 29 euro anziché 39 - saranno riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it durante tutto il mese di ottobre.

Tra gli itinerari tematici e i luoghi più interessanti in Lazio:

ROMA

Da cima a fondo: natura e cultura tra il Gianicolo e la Lungara
Un itinerario alla scoperta di uno dei colli di Roma: si salirà da via della Lungara sul Tevere alla sommità del Gianicolo per conoscere la storia di una parte dell’Urbe dove l’abbondanza di acqua e la vista panoramica hanno favorito la creazione di giardini, parchi collezioni botaniche e sontuose residenze che oggi ospitano importanti istituzioni culturali.

Reale Accademia di Spagna
La Reale Accademia di Spagna si trova nel complesso conventuale di San Pietro in Montorio, situato nel luogo in cui la tradizione colloca il martirio dell’apostolo San Pietro. Il primo riferimento al complesso “monasterium beati Petri quod vocatur ad Ianuculum” risale alla prima metà del IX secolo. Successivamente questo spazio è stato occupato da Benedettini, Celestini, Ambrosiani e Benedettine e nel 1472 Sisto IV della Rovere consegnò il complesso al suo confessore Amadeo Menes da Silva, perché costruisse un monastero di Francescani. Amadeo iniziò la trasformazione dell’edificio e, dopo un primo aiuto da parte del re di Francia Luigi XI, ottenne i favori dei re cattolici Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona, principali benefattori del rinnovamento di San Pietro in Montorio. All’interno del complesso si trova uno dei capolavori dell’architettura rinascimentale italiana, il tempietto realizzato dal Bramante all’inizio del Cinquecento, di struttura circolare e circondato da 16 colonne, numero riconosciuto come perfetto da Vitruvio. Durante la Giornata FAI sarà visitabile la cripta, di solito inaccessibile. Nel 1876 lo Stato italiano ha concesso alla Spagna parte del complesso, dove si è insediata l’accademia.

Palazzo Corsini e i giardini di Villa Farnesina
Nel 1736 il cardinale Neri Corsini, nipote di Lorenzo Corsini, papa Clemente XII, acquistò il Palazzo Riario, costruito a fine Cinquecento, dove aveva soggiornato Michelangelo giovanissimo e che nel Seicento fu residenza della regina Cristina di Svezia e cenacolo degli intellettuali che poi diedero vita all’Accademia dell’Arcadia. Egli fece modificare e ingrandire, a opera dell’architetto fiorentino Ferdinando Fuga, l’edificio, uno dei più splendidi palazzi romani del XVIII secolo. Nel 1883 il palazzo fu acquistato dal Governo italiano affinché vi avessero sede gli uffici e la biblioteca della Reale Accademia dei Lincei e la Galleria d’Arte Antica, già Corsini. Il principe Tommaso Corsini, nello stesso anno, aveva donato all’accademia la bellissima biblioteca della sua famiglia con un fondo preziosissimo di manoscritti, incunaboli, disegni e stampe. L’Accademia dei Lincei, fondata nel 1603 da Federico Cesi, studioso di scienze naturali e di botanica, è la più antica accademia scientifica del mondo e annovera tra i suoi primi soci Galileo Galilei. La visita permetterà di scoprire, oltre alla biblioteca corsiniana, anche gli appartamenti privati, al primo piano, di Cristina di Svezia. Di fronte a Palazzo Corsini si trova la residenza rinascimentale voluta dal banchiere senese Agostino Chigi, come villa lontana dal clamore dell’Urbe, Villa Farnesina, dimora immersa nel verde, di cui sarà possibile visitare i giardini, in armonia con l’architettura della villa, fino al “giardino segreto” ispirato all’hortus conclusus di tipo cinquecentesco, separato, per mezzo di un’alta siepe, dal “giardino di rappresentanza”.

Il Giardino di Palazzo Corsini e l’Orto botanico
Quando, nel 1883, la proprietà di Palazzo Corsini passò allo Stato, nel suo giardino venne trasferito l’Orto botanico, sviluppato nell’area archeologica delle Terme di Settimio Severo, 12 ettari in cui oggi vivono alberi plurisecolari e rarità botaniche. Gestito dal Dipartimento di Biologia ambientale dell’Università “La Sapienza”, le sue collezioni sono interessanti non solo per il loro valore scientifico, ma soprattutto per la modalità di coltivazione e ricostruzione scenografica degli ambienti, che aiutano il visitatore a collocare idealmente gli esemplari nelle aree di origine. Le 3000 specie di piante ospitate sono raggruppate, infatti, per ordine sistematico, adattamento evolutivo e attitudini ecologiche. Di particolare importanza la collezione delle gimnosperme e delle palme; il Giardino dei Semplici con circa 200 piante medicinali; il roseto con più di 60 specie di rose; i giardini con piante mediterranee e desertiche e le serre con piante tropicali ed equatoriali.

American Academy in Rome
L’American Academy in Rome è tra le più prestigiose istituzioni culturali in Italia. Nel 1894 nacque a Roma perché era la sola città al mondo che potesse offrire un’atmosfera e un contesto ricchi di preziosi modelli del passato. Architetti di fama, geni finanziari, archeologi e uomini di cultura diedero vita a un vero e proprio cenacolo culturale che ancora oggi, grazie alle borse di studio Rome Prize, sostiene ogni anno fino a trenta tra artisti e studiosi, che vivono e lavorano in un’atmosfera culturalmente stimolante e internazionale. Il corpo centrale dell’accademia fu realizzato da uno studio di architetti americani nei primi del Novecento, con un giardino dominato dalla fontana progettata dall’artista americano Manship. La villa presenta anche una elegante biblioteca, sale espositive, aree di uso comune per i borsisti, un cortile ricco di reperti archeologici e un vasto parco verde, nella cornice del Gianicolo.

DEDICATO AI SOLI ISCRITTI FAI E A CHI SI ISCRIVE IN LOCO

Villa Aurelia
Voluta dal cardinale Girolamo Farnese intorno al 1650, la villa sorgeva su alcune rovine aureliane e sui resti della vigna di papa Paolo III. Scomparso il cardinale nel 1668, passò ai duchi di Parma e nel 1731 ai Borbone di Napoli. A metà Ottocento fu venduta ai conti Giraud che, a loro volta, la cedettero al conte Alessandro Savorelli. Quest’ultimo la adibì a fabbrica di candele e affidò all’architetto Virginio Vespignani alcune modifiche. Villa Aurelia fu sede del quartier generale di Giuseppe Garibaldi e subì bombardamenti nel corso della Repubblica Romana. Ristabilito lo Stato Pontificio, Savorelli avviò il restauro del bene che alla sua morte passò al Monte di Pietà. Nel 1885 fu acquistata dall’americana Clara Jessup Heyland, moglie di un ufficiale inglese che le diede nuova vita, donandola nel 1909 all’American Academy.

BOLSENA (VT)

Il Palazzo Del Drago e Bolsena, un borgo e il suo palazzo
La costruzione di Palazzo Cozza Crispo – oggi Del Drago – si deve all’iniziativa del cardinale Tiberio Crispo (1498-1566), figlio di Giovanni Battista Crispo e Silvia Ruffini, amante del cardinale Alessandro Farnese. Palazzo Del Drago, con una struttura architettonica che unisce lo stile fortilizio ai giardini e alle terrazze, tipiche del buen retiro – fu realizzato fra il 1533 e il 1561 su progetto degli architetti Simone Mosca e Raffaello da Montelupo e decorato da pittori manieristi di scuola romana, i cui affreschi monocromi nella bellissima Sala dei Giudizi sono ispirati a Pellegrino Tibaldi e Perin del Vaga. Negli anni successivi alla morte di Crispo, la dimora divenne proprietà di varie famiglie: Spada, Cozza, Caposavi e Del Drago.

IN OCCASIONE DELL’EVENTO SPECIALI QUOTE DI ISCRIZIONE AL FAI

Domenica 15 ottobre in piazza, e durante tutto il mese di ottobre online, ci si potrà iscrivere al FAI con una quota agevolata (meno 10 €), che permette di partecipare alla Giornata FAI d’Autunno da protagonista. Solo gli iscritti al FAI infatti avranno ingressi dedicati in alcuni luoghi e accessi prioritari in tutte le città.

L’edizione 2017 di Giornata FAI d’Autunno è possibile grazie al contributo di CityLife, per il secondo anno sponsor dell’iniziativa per la Regione Lombardia, di Gruppo Hera, una delle principali multiutility italiane che eroga servizi ambientali, idrici ed energetici in oltre 350 Comuni del centro-nord Italia che sarà al fianco della Fondazione in qualità di sponsor per la città di Bologna e di DHL Express Italia, che come logistic partner, garantirà la movimentazione di tutti i materiali durante l’evento.

Con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e di Responsabilità Sociale Rai.

Grazie a Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, Istituzioni Pubbliche e Private, ai privati cittadini e a tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 120 Delegazioni, 92 Gruppi FAI e 86 Gruppi FAI Giovani, e alle migliaia di volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l’evento.

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it; tel. 02 467615399

Verificare sul sito che non ci siano state variazioni di programma dovute a cause di forza maggiore.
Le iniziative si svolgeranno anche in caso di condizioni meteo avverse salvo ove espressamente indicato.

ELENCO COMPLETO DEGLI ITINERARI E DELLE APERTURE IN LAZIO

ROMA (RM)

Da cima a fondo: natura e cultura tra il Gianicolo e la Lungara
Accademia Reale di Spagna *
PIAZZA SAN PIETRO IN MONTORIO, 3
Apertura: ore 10 - 18 (ultimo ingresso 17.30)
Note: In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato.
Ingresso ultimo gruppo ore 17.30. In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato.
Non è possibile accedere con bagagli o zaini di dimensioni superiori a cm 40 x 35 x 15. Non sono disponibili armadietti né guardaroba.

American Academy In Rome
VIA ANGELO MASINA 5
Apertura: ore 10 - 18 (ultimo ingresso 17.30)
Note: In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato.
Ingresso ultimo gruppo ore 17.30. In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato.
I visitatori dell’American Academy in Rome sono pregati di mostrare un documento d’identità all’ingresso. Non è possibile accedere con bagagli o zaini di dimensioni superiori a cm 40 x 35 x 15. Non sono disponibili armadietti né guardaroba.

Il Giardino di Palazzo Corsini Nell’Orto Botanico
Largo Cristina di Svezia, 24
Apertura: 10 - 18 (ultimo ingresso 17.30)
Note: In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato.
Ingresso ultimo gruppo ore 17.30. In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato
Si consigliano scarpe comode.
Non è possibile accedere con bagagli o zaini di dimensioni superiori a cm 40 x 35 x 15. Non sono disponibili armadietti né guardaroba.

Palazzo Corsini e I Giardini di Villa Farnesina *
VIA DELLA LUNGARA 10
Apertura: ore 10 - 18 (ultimo ingresso 17.30)
Ingresso ultimo gruppo ore 17.30. In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato
Non è possibile accedere con bagagli o zaini di dimensioni superiori a cm 40 x 35 x 15. Non sono disponibili armadietti né guardaroba.

Villa Aurelia *
Largo di Porta San Pancrazio, 2
Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco
Apertura: ore 10 – 18 (ultimo ingresso 17.30)
Note: In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato
I visitatori di Villa Aurelia sono pregati di mostrare un documento d’identità all’ingresso. Non è possibile accedere con bagagli o zaini di dimensioni superiori a cm 40 x 35 x 15. Non sono disponibili armadietti né guardaroba.

BOLSENA (VT)

Il Palazzo Del Drago e Bolsena, un borgo e il suo palazzo
Palazzo del Drago
via delle Piaggie
Apertura: 10 – 18 (ultimo ingresso 17:30)
Note: VISITA COMPLETA DEL PALAZZO PER GLI ISCRITTI FAI O PER CHI SI ISCRIVE IN LOCO. PARZIALE PER I NON ISCRITTI

ATINA (FR)

Giornata d’Autunno ad Atina
Acadèmie Vitti *
Cappella di S. Onofrio *
Cattedrale di Santa Maria Assunta *
Chiesa di San Marciano
La Ferriera *
Via Ferriera, 743, 03042 Atina FR
Museo Archeologico *
Palazzo della Prepositura *
Palazzo Ducale Cantelmo *
Palazzo Sabatini
Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco

RIETI (RI)

Riserva di Lago Lungo e Lago di Ripa Sottile
VIA MANZONI, 10
Apertura: 09.30 – 17.30
Note: percorso a piedi durata visita 1 ora; si consiglia di indossare un abbigliamento leggero e impermeabile, scarpe comode preferibilmente stivali in gomma. Possibilità di un escursione a cavallo solo per coloro che hanno esperienza, per informazioni contattare la delegazione.

* Bene fruibile a persone con disabilità fisica

Foto: Roma, Giardino di Palazzo Corsini - Orto botanico - Foto di Giovanni Formosa © FAI - Fondo Ambiente Italiano

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ