Roma 19 gennaio 2019
10 novembre 2011

’Piccoli Maestri’ per la lettura

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Una scuola di lettura per ragazzi ispirata a quelle già esistenti a New York e Londra dove i ‘maestri’ sono i giovani scrittori italiani.
Tutto questo è ‘Piccoli maestri’, progetto al quale ha aderito proprio Palazzo Valentini assieme alla casa editrice Laterza.
“È un mecenatismo culturale” così Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, ha descritto l’iniziativa.

“C’è un grande bisogno di progetti come questo – ha detto – soprattutto per quel 51 per cento di giovani italiani che è fuori dal ‘letteralismo’. È bellissimo che il progetto nasca dalla volontà di questi giovani scrittori di voler dare qualcosa agli altri. Questo è un modello di società civile, un’idea di città ideale fatta anche di infrastrutture immateriali”.

Il progetto ‘Piccoli maestri’ avrà come sua base i locali di Matemù, centro di aggregazione giovanile del Cies. Ognuno dei maestri scrittori ha scelto un libro che proporrà nella scuola di lettura agli studenti delle scuole medie secondarie che vi parteciperanno. Lo scrittore potrà svolgere la lezione sul libro scelto durante uno solo o più incontri della durata di due ore da svolgersi sempre nelle ore pomeridiane ogni lunedì.

Il primo incontro, lunedì 14 novembre, vedrà come maestra la scrittrice Elena Stancanelli che leggerà ‘Franny and Zooey’ di Salinger. Ma numerosi altri saranno gli scrittori che si alterneranno fino al 19 dicembre.

**************

Progetto Piccoli Maestri – un’idea di Elena Stancanelli

Su ispirazione del lavoro fatto da Dave Eggers in America (826 valencia) e Nick Hornby a Londra (Il ministero della storie) ho immaginato qualcosa di simile in Italia. La mia idea sarebbe quella di fare una scuola di lettura pomeridiana, indirizzata ai ragazzi delle scuole medie superiori. tenuta dagli scrittori, che parteciperebbero a titolo gratuito, mettendo a disposizione un po’ di tempo e la loro passione per i libri.

Ho condiviso questo mio progetto con i partecipanti alla prima riunione di TQ, con la casa editrice Laterza e la Provincia di Roma (il presidente Zingaretti e l’assessora alla cultura Cecilia d’Elia), che mi hanno aiutato con entusiasmo.

Abbiamo trovato quindi una sede possibile, per far partire la prima sperimentazione. Si tratta di uno spazio molto bello, nel quartiere Esquilino a Roma, di proprietà del Comune, dove già si fanno diverse attività per ragazzi. Il posto in questione si chiama Matemù, in via Vittorio Amedeo II n° 14 (vicino la fermata metro Manzoni), a Roma.

http://piccolimaestri.wordpress.com

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ