Roma 11 dicembre 2018
10 ottobre 2008

Palestrina, dopo quarantasei anni il primo palazzetto

Comunicato stampa - editor: Caporedattore
CONDIVIDI
Palestrina, dopo quarantasei anni il primo palazzetto
ARGOMENTI

Quarantasei anni di attesa, quarantasei anni di pura passione sportiva vissuta fuori le mura della propria città, come in esilio, senza la gioia di un urlo libero per gli straordinari successi vissuti dall’U.S. Palestrina Basket. Giovedì 9 ottobre alle ore 18,00 erano riunite due generazioni di atleti ed appassionati, tutti insieme ad urlare e gioire per l’inaugurazione del primo palazzetto di Basket della città. Il primo, ma non l’unico, sì, perché fra qualche mese sarà pronta l’altra struttura, più grande e complessa, quella di via Sterpara, dove sono giunti ormai a conclusione gli ultimi lavori architettonici. Nel frattempo, la città si gode questa prima opera realizzata all’interno del centro sportivo “La Selciata”, promotore di questa iniziativa in collaborazione con il Comune di Palestrina, la Regione Lazio e l’imprenditoria locale. Rodolfo Lena, sindaco di Palestrina, Simone Gargano, consigliere regionale, Giuseppe Cilia, presidente del Palestrina Basket e Mauro Moroncelli, main sponsor della società sportiva con la sua TLC ITALIA contact center. Questi i protagonisti assoluti dell’iniziativa. Ma insieme a loro bisognerebbe annoverare i giovani, gli atleti e tutte le società sportive che hanno fornito il loro supporto alla riuscita di quest’opera straordinaria. La regia della grande festa è stata affidata ad Alessandro Fornari, vecchia conoscenza del Basket prenestino, che ha saputo coordinare un evento denso di tante emozioni e ricordi.

La manifestazione si è aperta con il tradizionale taglio del nastro effettuato dal sindaco Lena, a cui è seguita la benedizione del parroco locale Don Guido. Spazio poi all’esecuzione dell’inno nazionale, in uno dei momenti più emozionanti dell’intero evento, che ha visto la sfilata dei bambini all’interno del campo, con la bandiera italiana e quella recante i colori arancioverdi della città. A portare i saluti a tutti i presenti è stato poi il sindaco di Palestrina Rodolfo Lena, visibilmente emozionato per lo straordinario risultato raggiunto. “Anche io fino a qualche anno fa - ha riferito il sindaco Lena - ero tra il pubblico presente, sugli spalti, a gridare quell’urlo che era diventato quasi un ritornello: “Caro comune facci il palazzetto”. Oggi sono io per primo a gridare a tutti voi che il palazzetto è finalmente arrivato. Un impegno comune che ha visto la forza di Comune, Regione ed imprenditori - ha aggiunto Lena - la vera forza dell’amministrazione da me guidata che ha saputo trovare risorse e mezzi alternativi per la realizzazione dei suoi progetti”.

Tra gli illustri presenti anche il grande Dino Meneghin, attuale commissario della Federazione Italiana Pallacanestro, premiato dal Comune di Palestrina e dal Presidente Cilia con una targa a memoria. A chiudere la lunga carrellata di interventi, il Presidente del Consiglio di Palestrina Massimiliano Dolce, che ha voluto promuovere all’interno di questa nuova struttura due manifestazioni importanti, il memorial “Tonino Iaia” e la giornata dedicata ad Andrea Polidori, l’assessore scomparso che tanto si adoperò a favore delle società sportive della città.

Introdotti da una sapiente e divertente voce fuori campo di Agapito Fornari, hanno poi sfilato davanti al pubblico presente le squadre del calcio A5 e dell’Us Palestrina Basket, che a partire già da sabato prossimo disputeranno le loro prime vere partite casalinghe nella nuova stagione 2008/2009. Altro momento importante la consegna delle maglie dell’Us Palestrina ad autorità e protagonisti dello sport prenestino, per costituire la squadra artefice di tutti i risultati conseguiti fin qui dalla Pallacanestro. Otto gli elementi di questo “dream team”: Andrea Polidori, Luigi Braghese, Mauro Moroncelli, Daniele Leodori, Rodolfo Lena, Sandro Fornari, Gigi Stellani e Giuseppe Cilia. Tra le curiosità, anche l’esecuzione di un inno dedicato al sindaco Lena, come risposta ai vecchi cori di un tempo e per aver portato nella città ben due palazzetti, che insieme possono ospitare oltre quattromila persone.

A chiusura di questa straordinaria festa, la visione di un filmato sui dieci presidenti della storia del Basket di Palestrina e la disputa di una partitella, tra le vecchie glorie ed i nuovi campioni della Serie A dilettanti della TLC.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ