Roma 29 gennaio 2020
23 marzo 2010

DONNE, AGOSTINI (PD): ADERIRE AD APPELLO ’NON CONSIDERO NORMALE’

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

"Non considero normale...che le donne
siano trattate come merce di scambio nelle relazioni personali e
professionali, nella politica e nella comunicazione..".
Parte da
questa presa di posizione netta, si legge in una nota, l’ appello
contro la mercificazione dell’ immagine femminile lanciato in
rete a febbraio e che "ha gia’ raccolto più’ di 5500 adesioni su
Facebook e oltre 2000 sul sito www.nonconsideronormale.com ".
Quali le reazioni all’ appello? Quali le iniziative concrete per
promuovere il ruolo della donne nella politica, nel lavoro,
nella societa’? Se n’ e’ parlato oggi all’ incontro organizzato a
Palazzo Valentini dalle promotrici dell’ appello: Silvia Nono,
Adriana Valente, Serena Perrone, Maria Teresa Carbone, con il
sostegno della presidente della Commissione provinciale delle
Elette Roberta Agostini.
Hanno partecipato esponenti politici
che hanno aderito all’ appello, tra i quali candidati alle
prossime regionali e rappresentanti del mondo delle
associazioni.
Per Roberta Agostini (Pd): "L’ appello ’ non considero normale’
condensa la reazione davanti alla mercificazione dell’ immagine
femminile e nell’ assistere ad una retromarcia dopo le battaglie
per tanti diritti. Per questo anche l’ adesione all’ appello e’
importante. Non deve passare il messaggio che sia normale che il
corpo delle donne venga trattato come oggetto per vendere
prodotti o scambiare favori.
I dati - aggiunge - registrano,
inoltre, una presenza ancora inadeguata nel mondo del lavoro e
della politica, testimonianza di un’ arretratezza culturale di
cui il nostro paese soffre da troppo tempo.
La Provincia -
annuncia Agostini - si sta facendo promotrice attraverso una
mozione presentata in Consiglio Provinciale, di una campagna di
sensibilizzazione sull’ utilizzo dell’ immagine del corpo della
donna. Tra le iniziative: una mostra fotografica dal
titolo "Femminile plurale" in risposta agli stereotipi nella
rappresentazione della figura femminile e un grande convegno sul
tema, che chiamera’ a raccolta rappresentanti del mondo
istituzionale, politico e le tante associazioni attive nelle
pari opportunita’ e la difesa dei diritti".

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ