Roma 6 dicembre 2019
4 novembre 2012

Dalla Provincia di Roma sostegno alle piccole e medie imprese

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

l presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e l’assessore alle Politiche finanziarie e di Bilancio, Antonio Rosati hanno presentato, a Palazzo Valentini, due nuovi bandi per il sostegno alle piccole e medie imprese.

Complessivamente si tratta di due milioni di euro per il supporto e l’accesso al credito delle pmi di Roma e provincia.

Il primo provvedimento prevede lo stanziamento di un milione, che a sua volta potrebbe generare per effetto moltiplicatore un flusso di investimenti pari a 15 milioni, al fine di potenziare il sistema dei Confidi e incrementare la concessione delle garanzie reali per gli istituti bancari.

Il secondo contempla lo stanziamento di un milione di euro al fine di favorire la capitalizzazione, lo sviluppo e il consolidamento delle pmi attraverso un’azione finalizzata alla patrimonializzazione.

Il regolamento del bando stabilisce che il 25% del finanziamento complessivo, erogato direttamente dalla Provincia, verrà restituito a tasso zero nei successivi 5 anni. Il restante 75% verrà rimborsato alla banca al miglior tasso di interesse previsto sulla base del range creditizio di ciascuna azienda.

"Per noi – ha affermato Zingaretti – ha rappresentato un colpo drammatico l’operazione finanziaria di luglio del governo, che ha tolto 30 milioni di risorse. Tuttavia abbiamo tentato di raccogliere il grido d’allarme che veniva dalle imprese su due punti. I pagamenti: dovevamo dare un segnale che questa amministrazione su questo è stata attenta e ha potuto essere coerente.

Il tema del credito, naturalmente nelle proporzioni che può fare la Provincia che, malgrado il credito di 600 milioni di euro che vanta verso la Regione, si è sentita di intervenire su questo nuovo impegno”.

”Grazie a questo nostro sostegno ai Confidi – ha proseguito Zingaretti – mobiliteremo circa 15 milioni di euro in più di credito per le pmi: è un segnale concreto che ascoltiamo la società e il mondo dell’economia. Ci prepariamo a concludere il mandato non lasciando una situazione negativa e fino all’ ultimo facciamo qualcosa di utile e concreto per le imprese".

L’ assessore Rosati ha dichiarato: "Abbiamo fatto efficientamento e risparmi nonostante i tagli della spending review". Ha poi detto che per i provvedimenti stabiliti dall’Amministrazione provinciale "i soldi" sono "già pronti e prossimamente faremo il bando. È poco ma è meglio di niente in un momento in cui nel nostro territorio e’ quasi tutto fermo".

Il presidente della Cna di Roma, Lorenzo Tagliavanti, ha affermato: "Nel terzo trimestre del 2012, per la prima volta dal dopoguerra, è diminuito il numero delle aziende iscritto nell’albo delle imprese di Roma. Inoltre diminuisce il numero di dipendenti per impresa, quindi le imprese diventano sempre più piccole".

Attilio Tranquilli di Unindustria ha ricordato che "nei settanta miliardi di debito pubblico verso le imprese c’è una parte di trasferimenti che si potrebbero fare verso le Regioni. Si tratta di un impegno da portare avanti per un amministrazione pubblica virtuosa".

Rosario Cerra di Confcommercio, ha detto: "Stiamo vedendo un bell’atto concreto da manager pubblico e un bel segnale politico".

Apprezzamento per l’operato della Provincia di Roma è giunto anche dal presidente della Confesercenti di Roma, Valter Giammaria.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ