Roma 21 luglio 2019
9 luglio 2008

Bracciano: insediata la Consulta Giovanile Comunale

Comunicato stampa - editor: CGRN
CONDIVIDI
Bracciano: insediata la Consulta Giovanile Comunale
ARGOMENTI

Si è tenuta il 7 luglio nell’Aula Consiliare del Municipio la prima riunione della Consulta Comunale Giovanile di Bracciano, in provincia di Roma. Una cerimonia sobria in cui, fra qualche imbarazzo e molta euforia, sono iniziati i lavori dell’organo consultivo che ha anche designato la propria presidente scegliendo la ventottenne Serena Mariano, risultata la più votata fra le ragazze elette. “E’ un momento importante perché finalmente diamo vita a un organo attraverso cui i ragazzi potranno far sentire la propria voce sui temi che più li interessano”. E’ stato il commento del Consigliere delegato alle Politiche Giovanili, Rinaldo Borzetti, aprendo la seduta. “Negli ultimi sei mesi - ha aggiunto Borzetti - abbiamo lavorato molto per la creazione di questo importante organo, trovando non poche difficoltà. Ora che questo percorso è stato ufficialmente avviato, speriamo si inneschi un processo virtuoso di crescita della partecipazione dei ragazzi, spingendoli ad essere protagonisti della vita del paese. Pertanto, mi auguro - ha concluso Borzetti - che i giovani di Bracciano rispondano con entusiasmo e lascio a voi consiglieri della Consulta, il compito di stimolare i ragazzi, e anche la Giunta, sulle tematiche del mondo giovanile”.

Un ‘passaggio di testimone’ che è stato sottolineato anche dal Sindaco, Giuliano Sala, il quale, innanzi tutto, ha voluto rivolgere un plauso ai membri della Consulta, lodando la loro scelta di partecipare e di mettersi in gioco in prima persona. “Vi invito - ha poi sottolineato il primo Cittadino - a non abbassare la guardia e a continuare a impegnarvi per stimolare l’Amministrazione a intervenire in maniera decisa e assidua sui problemi dei giovani. A voi spetta anche il compito di fare proselitismo e di portare altri ragazzi a seguire il vostro esempio e a impegnarsi per migliorare, insieme, il nostro paese. Infine - ha concluso Sala - mi auguro che questa esperienza sia utile per il vostro futuro e vi aiuti a rafforzare la vostra passione, spingendovi a essere sempre più attivi nella società e, perché no, anche nei contesti istituzionali”.

La Consulta Comunale Giovanile è un organo consultivo del Consiglio Comunale che rientra nel piano di coinvolgimento dei cittadini alla vita pubblica, messo in atto dall’Amministrazione, la quale, in pochi mesi, ha portato alla costituzione di tre strumenti consultivi (la Consulta per le Politiche Migratorie, quella per le politiche di Genere e, appunto, quella Giovanile) cui prossimamente se ne aggiungeranno altre due: la Consulta per l’Handicap e quella per l’Infanzia. In particolare, la Consulta Comunale Giovanile ha il potere di presentare al Consiglio proposte di deliberazioni inerenti le tematiche giovanili e fornisce pareri obbligatori, anche se non vincolanti, su tutti gli argomenti inerenti tali tematiche.

I 12 membri della Consulta, eletti dai ragazzi di Bracciano il 6 e 7 giugno scorsi, sono tutti di età compresa fra i 19 e i 32 anni. La composizione dell’organo rispetta anche l’equilibrio fra i sessi, visto che i componenti della Consulta sono equamente divisi fra 6 ragazze (Cinzia De Santis, Valentina Ferrini, Alice Invecchi, Chiara Mango, Maddalena Marzio e la neopresidente Serena Mariano) e 6 ragazzi (Giuseppe Antonaglia, Giancarlo Gentili, Simone Perna, William Prosperi, Daniele Sala, Giuliano Sdanghi).

Presenti alla cerimonia d’insediamento anche l’Assessora alle Politiche Sociali, Elena Carone, l’Assessore alle Attività Produttive, Ivano Michelangeli, e il Presidente del Consiglio Comunale, Claudio Ciervo, che hanno ribadito il sostegno dell’intera Giunta affinché la Consulta possa operare proficuamente.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ