Roma 25 ottobre 2014
27 maggio 2009

“Pilota per la Vita”: sette incontri nelle scuole per la sicurezza stradale

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Si è svolto martedì mattina 26 maggio, presso l’istituto superiore “Matteucci”, in via delle Vigne Nuove, l’evento conclusivo della campagna sulla sicurezza stradale nelle scuole romane “Pilota per la vita”, promossa dal Comune di Roma, attuata da Atac, in collaborazione con la Polizia Municipale e con la partecipazione della fondazione Fisico (Fondazione italiana per la Sicurezza della Circolazione stradale Onlus). Presenti, gli studenti presenti ai sei incontri precedenti, l’assessore alla Mobilità Sergio Marchi, il presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli e il comandante della Polizia Municipale Angelo Giuliani.
L’assessore Marchi ha confermato l’intenzione della Pubblica Amministrazione "di estendere, già il prossimo anno, il progetto pilota anche ad altre scuole, con l’intento di coinvolgere il più possibile i giovani su un tema così centrale, come quello dell’educazione alla Sicurezza Stradale".
Sette incontri ambientato in veri propri “set teatrali”, realizzati soprattutto nelle palestre delle scuole dove 1000 ragazzi hanno discusso e svolto interventi per riflettere sull’importanza della sicurezza e degli aspetti legati a rischio e consapevolezza, regole ed errori di una guida imprudente. Durante l’incontro conclusivo di oggi, presentato dal conduttore Andrea Casta , il video “Diario di Viaggio” che racconta gli incontri realizzati nelle scuole. A seguire un dibattito con Giuseppe Guccione, presidente della Fondazione Fisico dal titolo “La resa dei conti”.
I rappresentanti dell’Amministrazione comunale sono stati coinvolti con gli studenti nel dibattito dal titolo “Homework ovvero i compiti a casa per le Istituzioni”, in cui si è parlato di buche, segnaletica stradale, installazione di guard-rail, di cordoli per le corsie preferenziali e del “Progetto Europeo e-Sum”, per la sicurezza stradale sulle due ruote che vede coinvolta Atac in collaborazione con Londra, Barcellona e Parigi.
Durante la campagna “Pilota per la vita”, diversi studenti sono stati sorteggiati e omaggiati di abbonamenti al trasporto pubblico e caschi omologati.

Agli incontri che si sono svolti dal 22 aprile al 15 maggio negli istituti “Aristofane”, “Francesco D’Assisi”, “Giorgi”, “Orazio”, “Tullio Levi Civita” e “Benedetto da Norcia”e oggi nell’”Itc Matteucci” (Municipi IV, VI e VII), hanno partecipato psicologi, tecnici della sicurezza stradale, esponenti dell’Amministrazione e rappresentanti della Polizia Municipale, un gruppo di esperti chiamati da Atac che hanno dialogato con gli studenti sia per sensibilizzarli sul tema degli incidenti sia per comprendere quale sia il grado di percezione del rischio e la loro idea sull’uso del trasporto pubblico come modo alternativo e più sicuro per gli spostamenti in città.
Grande attenzione è stata posta alla modalità e alla scenografia degli incontri: i ragazzi erano seduti attorno ad un cerchio che ricordava il focolare, al centro un totem di rottami dei motorini, quattro schermi che proiettavano videoclip sul tema della sicurezza stradale, realizzati da loro coetanei in occasione di analoghe campagne europee.
La chiusura di ciascun incontro è stata affidata alla proiezione dei filmati “Dieci buoni motivi per prendere il bus”, una serie di spot realizzata per questa campagna sulla sicurezza stradale destinata alle scuole superiori.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
titleMeteo
Parzialmente nuvoloso (giorno)
20°C  | Dettagli
La settimana »
TRAFFICO E VIABILITÀ