Roma 30 agosto 2014

MENCRAFT - Makers Festival. Gratis all’ Aranciera di San Sisto

Comunicato stampa - editor: RM | Data di pubblicazione 22 maggio 2012
CONDIVIDI
MENCRAFT - Makers Festival. Gratis all' Aranciera di San Sisto
MUNICIPI E QUARTIERI

11-16 Giugno 2012

RADIO e xister presentano

MENCRAFT - Makers Festival

ingresso gratuito

c/o Aranciera di San Sisto - Via Valle delle Camene 11 (Terme di Caracalla) - Roma

- Lunedì 11 Giugno - 21:30

MACHINEDRUM - dj set

Prima apparizione live a roma del musicista Travis Stewart, con il secondo tempo del suo live, che segue l’apparizione di due giorni prima al

M.I.T. Festival all’auditorium.

Travis Stewart, classe 1982, è uno di quei musicisti solitamente definiti come “precursori”. Uno di quelli capaci di avvicinare tra di loro generi come nessuno era mai riuscito prima. Nel 2001, anno di uscita di Now You Know, Pitchfork recitava “questo è il nuovo modello a cui aspira la nuova generazione di imitatori”, marcando quella che sarebbe stata una costante della carriera di Stewart. Il suo punto di forza è la conoscenza della strumentazione elettronica quanto di quella acustica, e la capacità di traghettare i generi “comuni” da un lato all’altro delle due sponde.

Dall’idm anni 90 evoluto nelle forme del nuovo millennio, al susseguirsi di sperimentazioni ambient lungo tessuti abstract hip-hop, fino ad arrivare al 2010 e al progetto Sepalcure, vero e proprio laboratorio di ricerca postdubstep. La corposa discografia di Machinedrum approda nel 2011 all’ultimo LP Room(s), accolto come uno dei capolavori avant degli ultimi tempi, impossibile da inquadrare se non come uno degli album più interessanti dell’anno. Le ibridazioni vengono perlustrate in una serie infinita di combinazioni. Il dupstep è contaminato con future garage, soul, glitch elettronici, musica da club. E soprattutto, con l’ispirazione di un vero musicista del Rinascimento elettronico. Capace di mescolare la musica pop con le mode e la sua conoscenza delle produzioni sperimentali, conferendo un tocco personale a tutta la sua musica. Per la prima volta a Roma.

- Martedì 12 Giugno - 18:30

PIGRO ON SOFA - dj set

Alberto Guerrini, classe 1985, residente a Bergamo. Multitasker, giovane editore e curatore free-lance, gestisce da alcuni anni Coffee’n’Television: concept store con base a Bergamo focalizzato sulla ricerca tra fashion design ed editoria.

Con il suo alter ego Pigro On Sofa ci accompagnerà con eleganza nei quartieri bassi della dance culture contemporanea.

- Martedì 12 Giugno - 21:00

MOMBU feat. WEST AFRICAN PERCUSSIONS - live

Mombu è un nuovo progetto di Luca T. Mai e Antonio Zitarelli rispettivamente sax negli ZU e Batteria nei Neo che dopo la collaborazione nel progetto udus decidono di ridurre all’osso l’organico per cimentarsi in un progetto che vuole trattare soluzioni musicali di matrice africana e mescolarle con la violenza sonora cara ad entrambi.

Il risultato è una musica grassa torrentuosa con ritmiche magiche, ipnotiche, barriti da rituale voodoo ed uscite di rigore africano.Saranno accompagnati da un trio di percussioni west africane.

- Giovedì 14 Giugno - 18:30

DJ HENDRIX - dj set

Personaggio eclettico e visionario, da sempre appassionato di musica & arte. Inizia la sua carriera da giovanissimo lavorando in una radio indipendente, esperienza che gli permette di conoscere molta musica del passato: rock, disco & black music.Con le prime esperienze nei club inizia a conoscere sonorità più dance ed elettroniche. Profondamente ispirato da un misterioso nastro timbrato ‘C34’ (tempo dopo scoprirà essere un mix del Cosmic di Daniele Baldeli) si confronta con la dance music in maniera del tutto nuova. Far ballare rimane importante ma raccontare una storia durante le sue performance lo è ancora di più.

I suoi dj set sono come una jam session tra chitarristi rock, produttori di elettronica, bassisti neri sopravvissuti al paradise garage e visionari sciamani indiani. La sua produzione Fifth Dimension𐀀stampata su 7’ a tiratura limitata per il mercato giapponese, lo ha esposto verso il mercato internazionale ed è così iniziata la sua conquista verso i dancefloor di tutto il mondo. Festival Disco3000 in Croazia, Stussy XXX anniversario a Parigi, NYC Fashion week party @ sohogrand, Artbasel party e molti altri.

- Giovedì 14 Giugno - 20:30

CLASSICA ORCHESTRA AFROBEAT feat. SEUN KUTI - live

La Classica Orchestra Afrobeat suona Fela Kuti, mentre Seun, suo figlio, canta il padre. Una straordinaria commissione del festival, un’occasione per certi versi unica e forse irripetibile.

Shrine on you. Fela goes classical è un sentito omaggio a Fela Anikulapo Kuti da parte dell’insolita orchestra da camera tutta italiana, diretta da Marco Zanotti. 11 elementi tra il mondo musicale classico ed il contemporaneo per rileggere l’Afrobeat ribelle del Black President. Ora l’ambasciatore numero uno del messaggio di Fela, suo figlio Seun, dopo aver partecipato alla registrazione del disco, è ospite della Classica Orchestra Afrobeat per un evento che si preannuncia storico.

"Classica Orchestra Afrobeat"« …un autentico colpo di genio… 11-piece ensemble perfettamente in bilico tra forma barocca e groove afrobeat… Fusione miracolosa che, per una volta, ha convogliato sguardi rapiti dentro il perimetro di casa nostra. » (BLOW UP)

Seun Kuti è l’ultimo dei figli di Fela Anikulapo Kuti. Quando Fela morì, il 2 agosto del 1997, aveva solo 15 anni. Un ragazzino, diremmo noi. Ma in quell’agosto di dieci anni fa, accanto al corpo di suo padre, esposto in una teca di vetro sul balcone di Kalakuta Republic, di fronte a una folla di migliaia di nigeriani vestiti di bianco per il lutto, quel ragazzino impugnò il microfono, e fece il suo discorso. “Ora voglio dirvi una cosa. Fela non è morto, egli vivrà per sempre in Africa. Egli vivrà negli africani. Vivrà nel cuore della gente nera, in coloro che pensano che essere neri è bello, che essere neri è grandioso. Lui voleva che i nigeriani esercitassero il governo di questo paese, perché sono loro ad averne il diritto, non altri.”

A dieci anni dalla sua morte, Fela Anikulapo Kuti è più di prima un’icona dell’Africa combattente, che ritiene di potercela fare con le proprie forze e la propria cultura, dell’Africa arrabbiata contro l’ingustizia, la corruzione, l’arroganza del potere, la violenza culturale, che si fa strutturale e poi fisica, e anche contro i governi e le economie del nord del mondo, quell’Europa e quell’America che creano, mantengono e approfittano delle disastrose condizioni dell’Africa per la sola logica del profitto. Ma non è mai stato contro i popoli del nord del mondo, che lo hanno sostenuto e continuano ad amarlo. E’ il simbolo di chi ritiene inaccettabile la sofferenza inutile della sua gente e che ha il coraggio di denunciarne i responsabili, pagando di persona un prezzo salato, inciso in decine di cicatrici nella carne, i segni dei bastoni della polizia e dei coltelli dei militari. Sulla schiena del giovane Seun è tatuato “Fela Lives”. E’ la sensazione trasmessa dall’ascolto del suo primo album, Many Things (2008), prodotto dall’indipendente (Tòt Ou Tard), dopo qualche anno di performance dal vivo in giro per il mondo, ed un EP. Stiamo parlando di afrobeat, quello l’originale, al quale in questi anni si sono ispirate decine di orchestre provenienti da tutto il mondo.

- Giovedì 14 Giugno - 22:00

GILLES PETERSON in collaborazione con M.I.T. Festival - dj set

Peterson Non ha bisogno di presentazioni, il suo curriculum parla da sé: DJ e label manager, ispiratore del movimento acid-jazz, attraverso la sua etichetta Talkin’ Loud, ha rilanciato l’elettronica come suono globale, mixando soul, hip hop e jazz ai suoni del mondo. Infine rappresenta oggi l’ideale di DJ set quale frutto di un’opera di ricerca, nobile, profonda, ispirata.

Chi ascolta il suo influente programma radio "Worldwide" sulla BBC oppure possiede le sue compilation "In Brazil" e "In Africa" potrà confermare l’eclettismo e la classe delle sue selezioni. Bentornato Gilles.

- Venerdì 15 Giugno - 18:30

FITNESS BITCH - dj set

Fitness Bitch, e’ un progetto sonoro che nasce da radici abstract hip hop e atterra su territori UKbass e futuregarage, tra live set e dj set.

Cresce a Roma, dove sperimenta le prime forme di elettronica, ai tempi d’oro di Warp e Ninja Tune, poi si trasferisce a Milano dove si forma come dj a suon di RushHour, NightSlugs, Numbers e altre label dal suono pesante e breakkato.

Suona su palchi importanti con James Holden e Kate Wax, Patten, Cupp Cave, Paul White e Mo Kolours. Ora investe nel suo progetto WE GOT HANDS, tra amicizie e musiche dove lo spazio privato si fa palco per performance live e per dj set.

- Sabato 16 Giugno - 12:00

FELT BIG BAND – live

La Big Band della Felt Music School nasce con la fondazione della scuola nel Dicembre 2008. La "big band" è la formazione allargata del jazz, tredici fiati tra saxes e brasses, piano, chitarra, batteria, contrabbasso e cantante/i. Sia la Big Band che la scuola rappresentano la realizzazione delle idee di Angelo Schiavi e Fernando Brusco in fatto di didattica: pratica sul palco, ricerca continua del metodo di studio migliore, incontro dei giovani musicisti con i professionisti esperti, confronto con il pubblico, sono gli elementi più importanti che concorrono alla buona e seria formazione di un musicista.

Tutto ciò ha condotto ad un successo degno dei migliori ensamble internazionali. Insieme agli allievi hanno suonato e suonano tuttora musicisti che hanno una lunga pratica specialistica, affiancati dagli studenti di fine corso di diploma che si sono meritati il privilegio di suonare insieme ai loro maestri. Già nella sua breve ma intensa storia la big band della "Felt Music School" si è meritata a pieno titolo la fama di unica formazione italiana di un "College" in grado di mietere consensi nel pubblico italiano esigente degli ascoltatori di jazz.

- Sabato 16 Giugno - 21:30

BENJANIM DAMAGE & DOC DANEEKA – live

La collaborazione tra il produttore inglese Doc Daneeka e Banjamin Damage inzia lo scorso anno con la pubblicazione di Creeper sull’etichetta 50 Weapons, un elegante singolo di 8 minuti dal riff dinamico basato su semplicità ed efficacia. L’etichetta dei Modeselektor si è così tanto innamorata del singolo che gli commissiona la realizzazione di un intero album. I duo volano subito a Berlino dove producono They!Live, un album asciutto, tutto da ascoltare, basato su un perfetto mix di beats minimali e aperture armoniche morbide e intriganti.

Nel complesso They!Live è un ibrido tra house e techno d’autore, un disco che si ascolta tutto con piacere, che scorre senza intoppi, uno dei migliori album che la scena house contemporanea ha sfornato. La prova di come la scena elettronica e UK Bass del momento possano generare suoni nuovi, evoluti, maturi e pronti ad essere apprezzati dal grande pubblico.

- Sabato 16 Giugno - 23:00

LOVEJET - dj set

Dopo il grande successo dei suoi brani per etichette di qualità come Traum, Flash, Boxer, Karateklub e Manual Music, il tour 2009 vide la sua scintilla musicale raggiungere i migliori club europei. Nel frattempo le sue tracce vengono regolarmente suonate da artisti internazionali come : Laurent Garnier, John Digweed, Richie Hawtin, KingUnique, Boys Noize, Erol Alkan, Sasha, Umek, Hernan Cattaneo, Jody Wisternoff e molti altri.

LOVEJET esplora e marca il mondo con un’ impronta carica di emozioni e di beat energetici dove l’emotività è il filo conduttore della musica, della creatività e delle relazioni artistiche, dai suoni alla parola alla grafica. Ne consegue una polifonia sonora e visiva del mondo elettronico che si muove per soddisfare e meravigliare il corpo e lo spirito.

COMMENTA L'ARTICOLO
titleMeteo
Parzialmente nuvoloso (giorno)
30°C  | Dettagli
La settimana »
«
»
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31