Roma 19 aprile 2014
10 maggio 2012

Cristo Re, A.N.M.I.R.S.: “Personale in stato di agitazione”

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

“All’ospedale Cristo Re è stato proclamato lo stato di agitazione di tutti i lavoratori, medici e non, e tale azione andrà avanti fino a quando i gravi problemi che affliggono da mesi la struttura non avranno finalmente una conclusione positiva per tutti i dipendenti”. Lo comunica, in una nota, l’A.N.M.I.R.S, Associazione Nazionale Medici Istituti Religiosi Spedalieri.

“La situazione –prosegue la nota- ha abbondantemente superato il limite della sopportazione. I lavoratori devono ancora percepire gli stipendi di Marzo ed Aprile ma la proprietà anziché adoperarsi per risolvere questa impasse incresciosa preferisce ‘minacciare’ di vendere la struttura a privati “.

“A questo quadro drammatico –spiega Donato Menichella, Segretario Nazionale A.N.M.I.R.S. –bisogna aggiungere per i medici anche la mancata applicazione del CCNL e il rischio della perdita dell’equiparazione dei titoli e servizi”.

“Nonostante ciò ogni giorno tutto il personale si impegna con costanza ed abnegazione per erogare quelle prestazioni che hanno fatto del Cristo Re un punto di riferimento della sanità laziale e nazionale. Per questo ci auguriamo che l’Amministrazione voglia concertare con le parti sociali un serio piano aziendale che consenta all’ospedale di uscire dal tunnel nel quale è intrappolato da troppo tempo, restituendo finalmente ai lavoratori e alle proprie famiglie tranquillità e certezze per il futuro”.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
titleMeteo
Rovesci
12°C  | Dettagli
La settimana »
TRAFFICO E VIABILITÀ