Roma 19 gennaio 2019
14 maggio 2009

Villa Borghese. Lavori nuova rete idrica. Acea: nessun richio ambientale né archeologico

Comunicato stampa - editor: CGRN
CONDIVIDI
Villa Borghese. Lavori nuova rete idrica. Acea: nessun richio ambientale né archeologico
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

In merito alla notizia pubblicata oggi sul rischio ambientale di Villa Borghese - a causa degli scavi in corso per la realizzazione della nuova rete idrica - Acea comunica che i lavori sono stati pianificati e concordati, nella sede preposta della Conferenza dei servizi con il Comune di Roma, l’Ufficio Giardini e l’Ufficio Comunale Parchi e Ville Storiche.

Le opere prevedono la realizzazione degli scavi a una distanza di 12 metri dai platani secolari presenti nella Villa, al fine di garantirne la salvaguardia e la tutela. Altresì sono previsti interventi di scavo a mano per evitare il rischio di impatto invasivo con il terreno attraverso l’uso di ruspe e altri macchinari.

Acea tuttavia tiene a precisare che i lavori non sono stati effettuati scavando in prossimità di strade e aree interessate dalla mobilità urbana (in risposta ad una esplicita richiesta dei Municipi I e II), poiché l’avviamento dei cantieri in queste zone avrebbe avuto pesanti ripercussioni sulla circolazione stradale. Inoltre la presenza della Necropoli Salaria, area archeologica di vaste proporzioni, avrebbe comportato un ulteriore ostacolo al regolare svolgimento dei lavori.

Infine Acea sottolinea l’assoluta importanza degli interventi che sono in corso di svolgimento. L’obiettivo che sarà raggiunto al termine dei lavori riguarderà difatti il potenziamento e la riqualificazione - non più procrastinabile - della rete idrica che alimenta il centro storico e le aree urbane ubicate all’interno delle Mura Aureliane.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ