Roma 25 maggio 2019
12 settembre 2014

Suicidio al Ministero dell’Economia, giovane dirigente si impicca nel suo ufficio

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Suicidio al Ministero dell'Economia, giovane dirigente si impicca nel suo ufficio
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Shock al Ministero dell’Economia e della Finanza di via XX Settembre, nel cuore di Roma. Un giovane responsabile del settore Rimborsi è stato trovato giovedì morto suicida nel suo ufficio poco dopo l’ora di pranzo. Il corpo del dirigente, di 38 anni, era infatti impiccato con una cravatta legata al termosifone.

A scoprire la tragedia, un suo collaboratore che non riusciva a mettersi in contatto con lui. Il vetro dell’ingresso è stato dunque rotto e all’interno è stato scoperto il cadavere.

Sul posto è intervenuto in pochi minuti il personale di un’ambulanza ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Dalle prime indiscrezioni, sembra che il dirigente non abbia lasciato lettere con la spiegazione del suicidio. Sul posto è intervenuta una squadra della polizia scientifica che ha effettuato i rilievi di rito.

Il ministro Pier Carlo Padoan ha appreso la notizia a Milano, durante i lavori preparatori al vertice Ecofin, e ha espresso alla famiglia la propria “vicinanza umana e il profondo dolore per la perdita di una giovane vita e di un valente dirigente dell’amministrazione pubblica”.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ