Roma 26 agosto 2016
20 dicembre 2009

salvamamme: 21/12 presepe nè bianco nè nero

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
salvamamme: 21/12 presepe nè bianco nè nero
MUNICIPI E QUARTIERI

Ecco il Natale di Salvamamme: un presepe né bianco né nero per dedicare il
2010 ad un bebé senza Stato.
Partecipa Luigina Di Liegro, Assessore alle Politiche Sociali della Regione
Lazio.

Si terrà lunedì 21 dicembre alle ore 16,00 presso la sede in Via Attilio
Friggeri, 57 la visita di Luigina Di Liegro, Assessore alle Politiche Sociali
della Regione Lazio all’associazione Salvamamme ed allo speciale presepe
predisposto dall’associazione con l’aiuto dei suoi volontari e di tante delle
mamme e dei bambini sostenuti ogni giorno.

Nel presepe le persone non hanno tratti etnici, fisionomie o caratteri di
specifica appartenenza. San Francescolo pensò come immagine del cantico di
tutte le creature del Signore, senza nemici, senza estranei, come simbolo forte
e definito della fratellanza di tutti gli uomini di buona volontà; da secoli
con la sua luce scalda i cuori e senza questo calore il Natale perde i suoi
colori: accoglienza, condivisione, parità.

A Natale il Bambino nasce povero e al gelo e così anche in Italia ne nascono a
migliaia, e oggi, e questi bimbi Salvamamme vuole soggetti della ricorrenza,
invitando tutti i cittadini di “buona volontà” ad affollare le nostre strade e
le nostre piazze per condividere il prossimo 25 dicembre con le tante famiglie
che versano in gravi difficoltà, senza bisogno di mobilitazioni programmate, di
progetti associativi, di salotti mediatici, ciascuno di noi significando un
gesto d’amore a suo
sentire.

Per parte sua Salvamamme ha già posto idealmente in una mangiatoia un bimbo
senza stato, figlio di una donna con permesso a sei mesi perché non comunitaria
e di un cittadino italiano che non lo vuole riconoscere, uno in una schiera che
non ha confini e non ha nome e di cui non si parla, un piccolissimo clandestino
in patria, che pur essendo italiano ha davanti a sé il destino dell’espulsione.
Mentre la sua mamma, le tante mamme come lei, non sanno e non possono neanche
chiedere, con le
istituzioni non sanno trattare, non conoscono regole e procedure e hanno paura
del peggio, delle ritorsioni di padri ostili. Il Natale di Salvamamme è
dedicato a questo bimbo, nella speranza e nella Preghiera che qualcosa sia
fatto. Il presepe è stato ideato da Annalisa Di Piero.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ