Roma 13 dicembre 2018
9 marzo 2015

STREET ART, TOR MARANCIA DIVENTA MUSEO A CIELO APERTO CON "BIG CITY LIFE"

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Oltre 500 abitanti coinvolti e 20 artisti internazionali, circa 2.500 mq di opere e 20 facciate di abitazioni (alte 14 metri) dipinte in 70 giorni: sono i numeri di "Big City Life" Tor Marancia, il progetto di arte pubblica partecipata per la riqualificazione urbana, culturale e sociale del quartiere popolare alle porte dell’Eur, nato dalla collaborazione di Francesca Mezzano, che ne è l’organizzatrice, con la Fondazione Roma-Arte-Musei e condiviso con Ater del Comune di Roma.

Il progetto, curato da Stefano S. Antonelli e Gianluca Marziani, sostenuto economicamente dalla Fondazione Roma, da Roma Capitale e dall’associazione culturale 999Contemporary, è partito l’8 gennaio scorso per concludersi il 27 febbraio e ha trasformato lo storico quartiere di Tor Marancia in un museo a cielo aperto accessibile a tutti. Le opere realizzate sono state inaugurate oggi alla presenza del sindaco di Roma, Ignazio Marino, del presidente di Fondazione Roma Emmanuele F.M. Emanuele, dell’assessore alla Cultura Giovanna Marinelli, del commissario straordinario ATER Daniel Modigliani e del presidente del Municipio Roma VIII Andrea Catarci.

Ogni opera è il risultato dell’incontro tra gli abitanti e gli artisti, il progetto prevede, infatti, anche il coinvolgimento della comunità locale attraverso laboratori artistici con scuole e associazioni di quartiere, oltre a laboratori professionali dedicati alle le associazioni locali.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ