Roma 5 dicembre 2019
7 ottobre 2014

Quadraro: coppia sequestra e picchiata a scopo estorsivo in via Tuscolana

Una coppia è stata picchiata e sequestrata a Roma. I criminali li hanno intercettati sulla Tiburtina e poi trasportati sulla Tuscolana e qui rinchiusi
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Quadraro: coppia sequestra e picchiata a scopo estorsivo in via Tuscolana
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Una coppia è stata sequestrata e picchiata a Roma. I criminali li avevano intercettati in zona Tiburtina e si erano offerti di donare il loro aiuto. Li hanno trasportati in zona Tuscolana e qui li hanno rinchiusi in uno stabile abbandonato e li hanno rapinati. Due uomini romeni di 37 e 33 anni sono stati arrestati dalla Polizia con l’accusa di sequestro di persona a scopo di rapina e lesioni. La coppia sequestrata era della stessa nazionalità dei criminali. L’allarme è stato lanciato intorno alle 16 di ieri. L’uomo della coppia è riuscito a telefonare al 113 per segnalare di essere stato sequestrato e picchiato insieme alla compagna 38enne.

La polizia è intervenuta sul posto: uno stabile abbandonato di via Tuscolana, all’altezza del civico 1528. Qui, le forze dell’ordine hanno trovato la coppia e la hanno trasportato in codice rosso all’ospedale di Tor Vergata. La donna è stata picchiata con un bastone e ne avrà almeno per 50 giorni. La coppia si trovava alla stazione Tiburtina e sembra che versassero in cattive condizioni economiche. Sono stati agganciati da una coppia di connazionali, che si era offerta di dargli aiuto.

Così, dopo una falsa promessa di donargli ospitalità, li hanno accompagnati nello stabile vuoto sulla Tuscolana e qui li hanno rapinati e picchiati. La Polizia di Roma è riuscita a bloccare uno dei due sequestratori, mentre l’altro è stato arrestato nella serata di ieri. Sembra che i rapinatori avessero inizialmente preso il bancomat della donna. Lei gli aveva dato un codice Pin falso. Così, uno dei due criminali è tornato nello stabile, picchiato la donna a sangue e minacciato il compagno con un coltello.

Entrambi sono stati posti in stato di arresto per loro le accuse sono "sequestro di persona a scopo estorsivo" e "lesioni gravi". Resta da ricostruire esattamente quanto sia accaduto e soprattutto il ruolo del fidanzato della vittima.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ