Roma 25 giugno 2019
6 marzo 2012

Parco giochi di Largo Petazzoni. Perizia tecnica: non ci sono dispersioni elettriche

Comunicato stampa - editor: Caporedattore
CONDIVIDI
Parco giochi di Largo Petazzoni. Perizia tecnica: non ci sono dispersioni elettriche
MUNICIPI E QUARTIERI

Qualche giorno fa’ il CdQ Torpignattara aveva lanciato l’allarme sulla scorta di quanto riportato da alcune mamme che frequentano il parco giochi di Largo Petazzoni (quello inaugurato da Nicola Zingaretti poche settimane fa): al parchetto si prende la scossa.

L’allarme era grave e tutte le segnalazioni erano convergenti: sugli scivoli si prende la scossa, nessun problema usando gli altri giochi. Un dettaglio che sembrava puntare il dito sulla novità più interessante del parco giochi: l’alimentazione a energie solare delle piccole lampadine che illuminavano il parco - e l’adiacente piazzale - durante la notte.

La notizia ha sollevato un gran clamore e fatto il giro dei giornali online (sollevando anche qualche "appetito" politico interessato).
Le istituzioni preposte, Municipio e Provincia, si sono mosse con solerzia e una perizia avvenuta nella giornata di Martedì 6 Marzo ha riportato il problema ad una dimensione meno allarmistica: non ci sono fili scoperti, dispersione di corrente elettrica e la messa a terra funziona. Ne consegue che il problema non parrebbe derivare dalla componente elettrica del parchetto.

Molto probabilmente, per evitare ulteriori problemi, verranno disattivati momentaneamente i pannelli (per un surplus di verifica), ma allo stato attuale l’unica spiegazione rimasta in campo è quella "fisica": le scossette sono causate dallo sfregamento dei vestiti (spesso sintetici) contro il materiale plastico. Le scarpe di gomma fanno il resto.
Insomma, a quanto pare, nulla di grave.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ