Roma 19 novembre 2019
30 novembre 2007

PARCO DI AGUZZANO, ACCORDO SUI CASALI

Comunicato stampa
Comunicato stampa - editor: CGRN
CONDIVIDI

E’ stato firmato il protocollo d’intesa che definisce il futuro della gestione dei Casali presenti all’interno del Parco Regionale Urbano di Aguzzano, acquisiti in tempi recenti dal Comune di Roma con procedure di compensazione. L’apertura dei casali esistenti insieme alla realizzazione di un sistema di percorsi pedonali, didattici e ciclabili rappresenta una delle sfide per una migliore fruizione del parco da parte dei cittadini. Il parco, una delle aree protette di RomaNatura, costituisce un importante polmone verde di 60 ettari per quartieri densamente popolati del settore orientale della città, come Talenti, Casal de’ Pazzi e Rebibbia. E ancora oggi l’area con i suoi casali testimonia le trasformazioni della campagna romana avvenute all’inizio del secolo scorso.

L’accordo, che vede insieme l’Ente Regionale RomaNatura, l’Assessorato all’Ambiente e l’Assessorato al Patrimonio del Comune di Roma ed il Municipio Roma V, individua le realtà associative territoriali per l’affidamento delle strutture (Casale Alba 1 e Casale Nuovo) e prevede la sistemazione e assegnazione con bando municipale degli impianti sportivi esistenti all’interno del perimetro del parco, attualizzando le previsioni del Piano d’Assetto del Parco.
Il Casale Nuovo (localizzato in prossimità di via G. Mazza) ospiterà la “Casa del Podista e del Trekking urbano”; mentre il Casale Alba 1 offrirà servizi culturali, informativi e didattici e la realizzazione di un orto didattico. Sarà cura delle associazioni assegnatarie della gestione delle strutture anche la manutenzione e pulizia dei percorsi pedonali previsti dal Piano di Assetto.
Il sistema dei casali agricoli di Aguzzano, che comprende anche il Casale Alba 2, ora in via di ristrutturazione, ed il Casale Alba 3, che ospita il Centro di Cultura Ecologica, costituisce testimonianza dell’opera di bonifica effettuata dopo il 1870 sull’area della antica tenuta della gens Acutia (da cui il nome Aguzzano) e caratterizza oggi il paesaggio della zona di riserva orientata del Parco.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
1
Postato il: 22 aprile 2008 da "voglio vivere il mio quartiere"

questo articolo che tanto clamore positivo ha suscitato in noi residenti nelle zone limitrofe il parco di aguzzano è andato scemando grazie allo stato di abbandono che rigurda esclusivamente il casale dato in gestione all’associazione artemisia, che vede l’insediamento di un campo rom in continua espansione... in prossimità millimetrica con la scuola dell’infanzia del nostro quartiere! una cittadina esasperata...

Link: 
TRAFFICO E VIABILITÀ