Roma 22 luglio 2019
1 giugno 2012

Operazione decoro aree verdi a Trastevere. Interventi in piazza Belli e piazza Trilussa

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Piazza Giuseppe Gioacchino Belli, all’imbocco di Ponte Garibaldi a Trastevere, presto apparirà ripulita e riqualificata con nuove aiuole di rose. Il Servizio Giardini di Roma Capitale, infatti, sta intervenendo nelle piazze trasteverine intitolate a Belli e Trilussa, in collaborazione con le squadre operative di Pics-decoro e Ama, per ripristinare il decoro e risistemare le aree a verde. Interventi di recupero sono previsti anche a Porta Maggiore.

Nelle tre piazze, l’architettura dei nuovi giardini punta sulle rose sevillane rosso vermiglio, una varietà particolarmente decorativa che si caratterizza per le foglie verde brillante e per la produzione, nella bella stagione, di una grande quantità di fiori che in inverno lasciano il posto a bacche di colori molto vivaci.

Il recupero di piazza Belli segue l’esempio già sperimentato con successo nei giardini di via dell’Ara Coeli e piazza San Marco: prima la potatura dei pini e dei lecci, per riequilibrare le chiome, rendere gli alberi più stabili e garantire luce al giardino sottostante. Poi la posa di 400 mq di prato pronto e di essenze di sottobosco (aralia e aucuba), con al centro le rose sevillane. Un nuovo impianto di irrigazione e dissuasori ad archetto intorno alle aiuole completano il lavoro di restauro dell’area.

In piazza Trilussa, dove mancano gli allacci idrici, per decorare gli spazi circondati dai cigli in travertino è previsto l’utilizzo di ghiaia decorativa bianca in due diverse misure. Dissuasori alti 60 centimetri delimitano anche qui le due aree verdi adiacenti al monumento a Trilussa, dove sono piantati un tiglio e un pino.

Per quanto riguarda il recupero dei giardini di Porta Maggiore, il programma architettonico elaborato dal Servizio Giardini mira a restaurare, con tappeti di prato pronto, il disegno originario delle aree verdi. Anche qui, aiuole di rose sevillane e archetti dissuasori.

“Gli interventi di riqualificazione urbana che stiamo portando avanti nelle aree più centrali della città - ha dichiarato l’assessore capitolino all’ambiente, Marco Visconti - mirano soprattutto a garantire il decoro urbano in zone dove movida selvaggia e decenni di mancata manutenzione hanno trasformato aree di grande pregio in latrine a cielo aperto. Come ha dimostrato il recupero del verde a piazza dell’Ara Coeli e piazza San Marco, gli elementi dissuasori che cingono le aree verdi offrono un grande contributo al decoro, limitando fortemente ingressi impropri, bivacchi e anche l’abbandono dei rifiuti. Il recupero dei giardini, poi, darà lustro immediato e valorizzerà i comprensori abitati”.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ