Roma 16 settembre 2019
24 novembre 2014

Nuvola di Fuksas, mancano 100 milioni: l’opera rischia di restare incompiuta

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Nuvola di Fuksas, mancano 100 milioni: l'opera rischia di restare incompiuta
MUNICIPI E QUARTIERI

La Nuvola di Fuksas rischia di diventare l’ennesima opera incompiuta della Capitale, a due passi da “Beirut”, ovvero da quelle tre Torri – prima del ministero delle Finanze – che da anni svettano smembrate come palazzi bombardati.

Come se non bastasse, poi, sempre in zona, si conta anche un altro cantiere fermo, quello dell’Acquario.

L’Eur, uno dei quartieri “in” di Roma, con le sue ville private, lo shopping, i bar esclusivi, rischia quindi di diventare anche il teatro privilegiato delle opere incompiute.

La Nuvola, in particolare, doveva essere inaugurata nel 2011, poi nel 2012, nel 2013, nel 2014, e invece è ancora lì, con i lavori aperti.

Massimiliano Fuksas, l’archistar che l’ha progettato, è stato esautorato dalla direzione artistica perchè troppo “costoso” in quanto le sue varianti e i suoi continui cambi hanno rallentato la costruzione.

Lo scorso 14 ottobre Intesa Sanpaolo, mandataria delle banche che concessero 190 milioni ad Eur Spa, ha scritto una lettera alla società, partecipata al 90% dal Tesoro e al 10% dal Comune: “Non abbiamo ancora evidenza dell’adempimento di quanto previsto dalla clausola 15.48 (la vendita dell’albergo, di fianco alla Nuvola, ndr ), non ci risulta siano stati resi operativi gli strumenti e le soluzioni prospettate dalle normative sopra citate, né ancora deliberato e tantomeno eseguito il prospettato aumento di capitale sociale della società”. Da qui l’avvertimento: “Le disponibilità finanziarie ulteriori, citate nella clausola 15.48, non potranno provenire dal sistema bancario e dai finanziatori, che ribadiscono la propria indisponibilità in merito”.

Insomma il rubinetto è chiuso e l’ultima chance resta ora l’Assemblea straordinaria dei soci, che si riunirà a breve per valutare la proposta avanzata dalla società di un aumento di capitale, indispensabile per coprire il mutuo contratto ed andare avanti coi lavori.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ