Roma 19 gennaio 2019
27 marzo 2013

LUNAPARK EUR, BARBERA-PEDRAZZINI: “RINVIO APERTURA, 160 FAMIGLIE ANCORA AL PALO”

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

“Slitta ancora, per la quinta volta, l’inizio dei lavori, e di conseguenza anche la riapertura, del Luneur park previsti inizialmente per l’autunno di quest’anno. A darne notizia è stato lo stesso Presidente di Eur spa, Pierluigi Borghini, al portale di RomaNoi2013.

Dopo quasi cinque anni dalla chiusura, avvenuta il 14 aprile del 2008, le 160 famiglie di giostrai che lavoravano nel suddetto parco divertimenti saranno ancora costrette ad aspettare.

Quello che emerge con forza è la responsabilità di tutti quei soggetti, pubblici e privati, coinvolti nella vicenda, a partire dall’Amministrazione comunale, Eur spa e le società private legate a Luigi Abete interessate alla riqualificazione dell’area parco.

Non sono bastati i documenti approvati in Consiglio comunale, le interrogazioni, gli articoli di giornale, le petizioni e finanche le denunce alle autorità competenti per dare uno sbocco positivo a tale vicenda che oppone da anni gli operatori del vecchio Lunapark alla società privata che ha in concessione l’area di proprietà dell’Eur spa.

Ora anche l’ennesimo rinvio che rappresenta una vera e propria doccia fredda per quegli operatori e le loro famiglie che speravano nell’imminente inizio dei lavori e nella ripresa delle loro attività”.

E’ quanto afferma Giovanni Barbera, membro del comitato politico del Prc e Saverio Pedrazzini portavoce dei 160 operatori del vecchio Lunapark.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ