Roma 21 agosto 2019
8 febbraio 2014

“La Corsa del Ricordo”, domenica 9 per non dimenticare le vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Si tiene domenica 9 febbraio la prima edizione de “La Corsa del Ricordo”, la gara podistica organizzata in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.

L’iniziativa, che si svolge alla vigilia della Giornata del Ricordo istituita dal Parlamento per il 10 febbraio, si tiene per la prima volta a Roma nel quartiere romano Giuliano-Dalmata che nel 1947 fu popolato dagli esuli delle martoriate zone dell’ex Jugoslavia, e che da essi prende il nome.

I podisti correranno lungo un anello di 2,5 km da percorrere due volte per la gara competitiva, ed una sola volta per la non competitiva. Partenza ed arrivo da piazza Giuliani Dalmati, nel cuore del quartiere, alle 9.

Prevista la presenza dell’assessore allo Sport di Roma Capitale, Luca Pancalli, in veste di starter, nonché Abdon Pamich, fiumano doc, che quest’anno festeggerà i 50 anni dalla conquista dell’oro Olimpico nella 50 chilometri di marcia Tokyo.

Intervengono anche il presidente del IX Municipio, Andrea Santoro, e i rappresentanti delle Associazioni Giuliano Dalmata che operano in Italia e che hanno aderito all’evento.

La manifestazione è stata presentata nei giorni scorsi nella sede del Coni dal presidente dell’Asi Nazionale, Claudio Barbaro, alla presenza del responsabile della Commissione Sport di Roma Capitale, Svetlana Celli, del vicepresidente della Fidal Lazio, Maurizio De Marco, di Umberto Soldatelli (Coni Roma) e dei rappresentanti delle numerose associazioni giuliano dalmate presenti sul territorio italiano fra le quali Carla Cace (Associazione nazionale dalmata), scrittrice ed autrice di diversi libri sulle foibe; Donatella Schurzel (Associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia); Paolo Sardos Albertini (presidente della Lega nazionale delle associazioni giuliano dalmate); Roberto Sancin (Associazione dalmati nel mondo).

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ