Roma 26 giugno 2019
15 giugno 2007

IL VERDE COME RISORSA PER IL REINSERIMENTO

Comunicato stampa
Comunicato stampa - editor: CGRN
CONDIVIDI
IL VERDE COME RISORSA PER IL REINSERIMENTO
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

La cura del verde come attività ricreativa e occasione di recupero anche in carcere. Da oggi, la sezione femminile dell’Istituto penale minorile "Casal del Marmo" ha un nuovo giardino interno, con un uliveto, un orto, un’aiuola per le erbe aromatiche, un frutteto, siepi, gazebo, fontana e panchine. Il nuovo spazio è nato dal recupero di un’area incolta attraverso un progettato ideato dalle detenute ospitate nella struttura che, d’ora in poi, avranno un giardino attrezzato solo per loro: potranno così coltivare piante, imparare piccole tecniche di giardinaggio, svolgere attività didattiche all’aperto o semplicemente godere del fresco e del verde. L’iniziativa, fortemente voluta dalle ragazze del Casale, ha preso corpo grazie alla collaborazione tra enti locali, aziende e educatori dell’istituto: l’Ufficio Verde Scolastico dell’Assessorato capitolino all’Ambiente ha ideato e realizzato la riqualificazione del verde e tutti i laboratori, l’Assessorato alle Politiche Educative ha inserito il progetto nel programma “Adotta un Monumento” e la società RomaMultiservizi ha finanziato le opere con 40 mila euro.
Obiettivo comune a tutti è quello di offrire nuove occasioni di formazione professionale durante i periodi di detenzione, proprio a partire dall’educazione ambientale. I laboratori di giardinaggio possono rappresentare, infatti, un buon inizio sulla strada dell’inclusione sociale perché arricchiscono le competenze e aumentano sia le possibilità di inserimento lavorativo in questo settore, sia il diritto alla cittadinanza attiva.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ