Roma 13 novembre 2019
25 gennaio 2008

GIORNATA DELLA MEMORIA. UNA TARGA PER VILLORESI, MARTIRE DELLE ARDEATINE

Comunicato stampa - editor: CGRN
CONDIVIDI
GIORNATA DELLA MEMORIA. UNA TARGA PER VILLORESI, MARTIRE DELLE ARDEATINE
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Sabato 26 gennaio 2008, alle ore 11.30, presso la scuola media statale “Renato Villoresi”, in via della Pisana 306, si terrà una rappresentazione teatrale ispirata alla vita di Renato Villoresi, martire delle Fosse Ardeatine, tratta da un libro scritto dagli stessi alunni.

L’evento è stato organizzato in occasione della Giornata nazionale della Memoria che ricorre il 27 gennaio e rappresenta il momento conclusivo di un percorso che ha coinvolto circa 200 alunni della scuola dal mese di settembre 2007.

Alle ore 12.30, nell’atrio della scuola, in presenza delle autorità, sarà scoperta una targa alla memoria del martire, offerta dal Municipio Roma XVI.

Interverranno il presidente del Municipio Roma XVI, Fabio Bellini, e l’assessore alle Politiche educative e scolastiche, Valentina Steri.


Renato Villoresi nato a Roma nel 1917, trucidato alle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944, capitano d’Artiglieria, Medaglia d’oro al valor militare alla memoria.
Ufficiale di carriera, durante la seconda guerra mondiale aveva combattuto in Russia e nei Balcani. Al momento dell’annuncio dell’armistizio era a Roma, al comando di una batteria dei "Granatieri di Sardegna" che, messa in posizione alla Magliana, partecipò ai combattimenti contro i tedeschi che si sarebbero conclusi con la presa della Capitale. Negli scontri, il capitano Villoresi fu ferito. Ricoverato all’ospedale del Celio, lo lasciò, ancora claudicante, due mesi dopo, per impegnarsi nella Resistenza. Entrato nella formazione militare clandestina "Fossi", Villoresi vi diresse una proficua attività d’informazione e controspionaggio.
Il 18 marzo 1944 l’ufficiale fu arrestato dai nazisti. Rinchiuso nelle carceri di via Tasso, vi subì inenarrabili torture, ma i suoi carnefici non riuscirono ad ottenere da lui informazioni sull’organizzazione di cui faceva parte. Sei giorni dopo, i tedeschi eliminarono Villoresi alle Fosse Ardeatine (fonte Anpi).

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ