Roma 26 giugno 2019
20 maggio 2013

Fogne per il quadrante di via Formia: decisione inaccettabile!

Comunicato stampa - editor: Redazione Romanotizie
CONDIVIDI

In questi giorni sembra stia partendo su via Formia la realizzazione di un tratto di rete fognaria, sono presenti sulla strada mezzi e persone ACEA, dalle nostre richieste alle persone in questione ed al Municipio risulta che la realizzazione del tratto fognario sarà limitato ai 20 metri su via Formia ed i 20 metri su via Terracina tra via Norma e via Formia.

RITENIAMO QUESTA DECISIONE INACCETTABILE
Dopo anni di continui contatti si é partorito il topolino, riteniamo inaccettabile eseguire un opera che servirà solo 10 famiglie su 200, riteniamo inaccettabile motivazioni di tipo tecnico, la rete fognaria si realizza ovunque anche nei luoghi dove le pendenze non permettono un naturale scorrere delle acque con entrifughe e pompe di sollevamento, soluzioni da noi suggerite da anni.

Per la mancata esecuzione del sistema fognario gli uffici preposti espongono motivazioni tecniche che offendono prima di tutto la intelligenza di chi le propone spacciandosi per tecnico poi quella di chi è costretto a sentirle trattenendo a fatica la rabbia.

Per oltre 5 consiliature municipali il tema della esecuzione di una rete fognaria nell’area di via Formia non è riuscito a trovare soluzione; eppure la sua realizzazione è sempre stato un intervento inserito nei programmi elettorali dei partiti che sono stati eletti e che poi hanno completamente disatteso gli impegni presi con i residenti.

Con l’attuale consiliatura non solo si è continuato a non dare risposta, ma i cittadini da vittime sono stati addirittura colpevolizzati: da due anni la polizia muncipale sta chiedendo ai cittadini residenti, invece di chiederlo ai responsabili dell’ufficio tecnico che si trova al piano di sopra del loro comando, quale sia la
situazione fognaria del quartiere!

Due anni fa si é consentito ad un privato la realizzazione di un tratto fognario su via Labico al solo servizio di una palazzina ristrutturata modificandone la originaria destinazione d’uso; una decina d’anni fa un’altro tratto, sulla prima parte di via Formia per consentire alcune attività artigianali. Oggi l’ultimo tratto di fronte ad una palazzina di due piani appena restaurata che sembrerebbe dover diventare un Hotel.

Mai che gli organi politici e tecnici si siano preoccupati quantomeno di estenderne la fruizione al resto del quartiere! Come spiegano coloro che hanno approvato e/o finanziato questi interventi, che per questi fortunati non esistono i problemi tecnici della presenza delle gallerie mentre per tutti gli altri si?

NON possiamo che costatare il fallimento dell’ACEA e dell’assessorato dei LLPP nel risolvere un problema elementare.

Chiediamo un impegno formale e scritto a proseguire l’opera servendo tutti i residenti di via Terracina tutta, di via Minturno, di via Sezze, di via Cori, di via Labico.

ASSOCIAZIONE CIVICA VILLINI SANTA MARIA
Roma, 17 maggio 2013 Associazione Civica Villini Santa Maria
Via cori, 4 Roma.
osservatoriocasilino@gmail.com

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ