Roma 16 novembre 2019
7 settembre 2015

Cinghiali in aumento non solo a Roma Nord, Coldiretti lancia l’allarme

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Decima Malafede, Parco dell’Insugherata, Giustiniana, Bufalotta e Castelli Romani. Sono le aree dove l’incremento esponenziale dei cinghiali rappresenta – secondo David Granieri, presidente di Coldiretti Roma – un pericolo.

“Il problema – scrive Coldiretti in una nota – è ancora colpevolmente sottovalutato, nonostante i tragici episodi di questa estate e gli avvistamenti sempre più frequenti a ridosso delle aree urbane, non solo nel quadrante Nord della Capitale“. “Sono in costante aumento – aggiunge Granieri – le segnalazioni che ci arrivano dagli agricoltori da numerose aree della città: dalla zona di Decima Malafede a quella a ridosso del Parco dell’Insugherata, dalla Giustiniana alla Bufalotta, senza dimenticare i Castelli Romani, dove il problema è gravissimo e la situazione ormai fuori controllo.

“Serve quindi una strategia ben delineata e un immediato intervento di contenimento, non più procrastinabile, per difendere sia la sicurezza dei cittadini sia le eccellenze agricole del territorio tutelando così i coltivatori che, sempre più spesso, vedono distrutti i loro raccolti e uccisi gli animali allevati con conseguenze disastrose non solo dal punto di vista economico. La Coldiretti – conclude Granieri – ha stimato che, nel 2014, tra assalti alle stalle, raccolti distrutti e incidenti stradali provocati dagli ungulati ci sono stati circa 100 milioni di euro di danni“.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ