Roma 20 gennaio 2020
23 agosto 2015

Casamonica, troupe di Agorà aggredita in via del Quadraro

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Casamonica, troupe di Agorà aggredita in via del Quadraro
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Una troupe di Rai 3 è stata aggredita questo pomeriggio, in via del Quadraro, mentre effettuava delle riprese per il programma Agorà.

"Un uomo mi ha minacciato di morte dicendomi ripetutamente ’ti ammazzo se non mi dai la telecamera’". Questo il racconto di Alfonso Iuliano, l’inviato di Agorà aggredito insieme con la sua troupe mentre stava realizzando un servizio sul clan Casamonica nel quartiere romano del Quadraro. "Siamo stati circondati da una decina di persone - ha spiegato il giornalista che ha già presentato denuncia -. Il cameraman è stato strattonato e graffiato sul braccio, quindi gli hanno tolto la telecamera e la scheda video, restituita solo dopo che tutto il materiale girato era stato cancellato. Solo l’intervento della polizia ha evitato il peggio".

I responsabili dell’aggressione sarebbe una coppia di trentenni appartenente alla famiglia Spinelli che sono stati arrestati dagli agenti delle volanti e del commissariato Appio che erano accorsi sul posto.

Tra i primi a commentare l’accaduto, l’assessore alla Mobilità Stefano Esposito che ha espresso la sua “totale solidarietà e vicinanza alla troupe di Agorà aggredita mentre esercitava il diritto di cronaca, un diritto in questo Paese sancito dalla Costituzione. Ma questo fatto conferma che i Casamonica e i criminali di stampo mafioso a loro associati si ritengono padroni del territorio. Per questo continuo a dire che vanno messi nel centro del mirino della legge. Ognuno faccia la propria parte, il Comune e le forze dell’ordine”.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ