Roma 13 dicembre 2019
21 dicembre 2015

Capodanno 2016 a Roma, confermata la festa ai 4 capolinea delle metro

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Capodanno ai quattro capolinea della metropolitana di Roma confermato: Battistini, Anagnina, Rebibbia e Laurentina avranno la loro festa per San Silvestro, come era stato annunciato lo scorso 23 ottobre dagli assessori Marco Rossi Doria (Scuola) e Giovanna Marinelli (Cultura).

“A Rebibbia, Laurentina, Anagnina e Battistini ci sarà un Capodanno speciale con video, film, musica e spettacoli – avevano dichiarato in una nota – Dal pomeriggio fino alle 2 di notte le periferie saranno il centro della città”. Gli assessori avevano “lanciato un bando per giovani e meno giovani che producono cultura e spettacoli. Investiamo 300 mila euro perché realtà creative possano mettere insieme artisti e cittadini nell’animazione di un Capodanno di qualità, capace di investire i quattro poli della città”.

Nel frattempo è stata anche pubblicata la determinazione dirigenziale con la quale viene approvata la graduatoria provvisoria delle proposte progettuali che erano state presentate a seguito dell’avviso pubblico “Notte di San Silvestro in Periferia”, approvato il 29 ottobre scorso. Sono 12 le domande di partecipazione arrivate; a valutarle un’apposita commissione “composta da tre membri interni all’Amministrazione capitolina”.

Nella determinazione si legge anche che la graduatoria definitiva “verrà approvata con successivo provvedimento, ad esito delle risultanze delle riunioni operative nel corso delle quali verranno acquisiti i pareri dei competenti uffici interni ed esterni all’Amministrazione interessati alla definizione degli aspetti organizzativi connessi alla realizzazione degli eventi e impartite le necessarie prescrizioni operative”.

Soddisfatto il gruppo Pd uscente di Roma Capitale: “Ringraziamo il commissario Tronca per aver accolto l’invito a non spegnere la città in occasione del Capodanno e il ministro Franceschini per essersi attivato nella ricerca della soluzione per il tradizionale ‘concertone’. Gli eventi nelle periferie sono un bene per questa città: le volevamo protagoniste, così come progettato e condiviso mesi fa, e protagoniste saranno. Resta il nodo del tradizionale concertone su cui auspichiamo presto una soluzione. Il commissario Tronca accolga la nostra disponibilità a dare una mano e torni indietro, come caldeggiato in questi giorni sia da noi tutti che da autorevoli membri di Governo e Parlamento, da Franceschini ad Anzaldi fino al premier Renzi, su una decisione sbagliata. Non c’è alcun bisogno di prendersi responsabilità in solitudine. Ci dica quale piazza può essere disponibile: lavoreremo insieme e al suo fianco per un Capodanno per tutti attivando sponsor utili e, da nostra conoscenza, forse già disponibili. Roma lo merita. Roma può farlo”.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ