Roma 16 giugno 2019
8 giugno 2008

BOTTICELLA TAMPONATA ALL’AVENTINO

Comunicato stampa - editor: Caporedattore
CONDIVIDI
BOTTICELLA TAMPONATA ALL'AVENTINO
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

"La notte tra venerdì e sabato, intorno all’una, una
botticella è stata violentemente tamponata da un’auto, all’altezza del
Lungotevere Aventino, sotto il Giardino degli Aranci. Carrozza,
vetturino e cavallo sono stati sbalzati per almeno 50 metri: l’uomo,
gravissimo, in codice rosso, è stato subito soccorso e portato
all’ospedale, il cavallo è deceduto dopo quasi un’ora, dopo aver
riportato le fratture di tutte le zampe e gravi danni interni, e la
carrozza è stata completamente distrutta. Sul posto sono prontamente
intervenuti la Polizia municipale, l’ambulanza del Comune di Roma, i
Carabinieri con il loro veterinario".

E’ quanto rende noto Monica
Cirinnà, consigliera comunale Pd, che commenta: "E’ un fatto
gravissimo, è la prima volta che accade in venticinque anni a Roma.
Sono vicina ed esprimo la massima solidarietà alla famiglia del
vetturino, mi rendo disponibile ad aiutarlo personalmente, anche a
sollecitare chi di dovere a convertire la sua licenza in quella per i
taxi. Resta comunque da capire perché tale carrozza viaggiasse in
piena notte, anche se comunque il vetturino stesse tornando verso le
stalle, visto che a Roma, ci sono regole precise, secondo le quali il
cavallo non può lavorare più di sei ore al giorno". "Chiedo altresì
all’assessore all’ambiente Fabio De Lillo - prosegue Cirinnà - la
massima attenzione per l’applicazione del regolamento di tutela degli
animali, che prevede, all’articolo 46, il blocco del tiro delle
botticelle durante le ore calde del giorno, da giugno al 15 settembre.

Bisognerà affidare al Gruppo Intervento Traffico il massimo controllo
del rispetto di tale regolamento che, come delegata ai diritti degli
animali, grazie anche all’aiuto di tante associazioni animaliste, Lav
in primis, mi sono preoccupata di far valere. Chiedo, infine, al
sindaco Alemanno di considerare che la sicurezza in città si attua
anche cercando di prevenire la violenza di chi usa le auto come armi,
magari sotto effetto di droghe o alcool, rischiando di stroncare tante
vite innocenti".

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ