Roma 13 ottobre 2019
20 novembre 2017

X Municipio; la neopresidente Giuliana Di Pillo: "Mai più affidamenti diretti, lavoreremo sempre per bandi pubblici"

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
X Municipio; la neopresidente Giuliana Di Pillo: "Mai più affidamenti diretti, lavoreremo sempre per bandi pubblici"
MUNICIPI E QUARTIERI

Giuliana Di Pillo (M5S), neo presidente del X Municipio di Roma, è intervenuta ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia” su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano. “Sono nata in questo territorio e vorrei vederlo splendere per le ricchezze e le bellezze che ha – ha affermato Di Pillo -. Il X Municipio viene confuso erroneamente solo con Ostia, invece è un territorio che ha un suo entroterra, diversi quartieri tutti particolari e ricchi di potenzialità. Noi vogliamo che questi quartieri acquistino la loro centralità e possano avere dei servizi sviluppati al meglio”.

“Abbiamo come obiettivo quello di lavorare sempre per bandi pubblici che assicurano legalità e trasparenza – ha spiegato Di Pillo -. Certo, lavorare in questo modo significa metterci più tempo per far partire un bando, ma è quello che garantisce il rispetto delle regole. Per troppi anni abbiamo visto affidamenti diretti agli amici degli amici per poi ritrovarci ad avere i risultati che ben conosciamo e che ci hanno portato al disastro. Nel nostro governo non entra la criminalità, non scendiamo a patti con nessuno. Già con la sindaca Raggi sono partiti lavori su questo territorio in maniera regolare, noi ci stiamo mettendo in pari su tutto, a cominciare dalla manutenzione delle strade”.

“Dobbiamo ricreare un tessuto sociale. E’ veramente necessario che in determinati quartieri, come Nuova Ostia, ci siano dei punti di aggregazione per i giovani. Ricostruiremo uno skatepark in quella zona, dei punti dove poter fare sport e cercheremo dei punti di aggregazione. Io ho designato un assessore allo sport che si occuperà soprattutto di diffondere lo sport tra i giovani, perché lo sport è una salvezza, è un momento educativo da cui non si può prescindere, è una formazione alla vita. Abbiamo un programma che vede lo sport anche in piazza e nei parchi”. Alla domanda ironica del conduttore “Tutti gli sport compreso il pugilato?”, Di Pillo risponde “Vediamo…”

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ