Roma 10 dicembre 2019
2 dicembre 2016

Voci Nel Deserto - torna con un rave teatrale sulla Costituzione @ANGELOMAI

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Voci Nel Deserto - torna con un rave teatrale sulla Costituzione @ANGELOMAI
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Unica data all’Angelo Mai Altrove, venerdì 2 dicembre ore 21:30

Viale delle Terme di Caracalla, 55 – Roma

Il movimento “Voci Nel Deserto”, promotore della Raccolta Differenziata della Memoria, dà nuova vita alle parole dei grandi pensatori che hanno saputo leggere, negli eventi della loro epoca, ciò che noi stiamo vivendo solo ora. Un esperimento di volontariato teatrale su temi civili, aperto a tutti, gratuito, cheresiste al tempo e che si attiva in momenti di particolare criticità, quando il recupero delle Voci profetiche del passato si fa indispensabile per spiegare il presente, nell’intento di tutelare il futuro.
Le oltre 600 Voci ad oggi raccolte sono state editate in due volumi, il secondo dei quali viene presentato in questa occasione. Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione.
James Freeman Clarke (1870)

Nato nel 2009 da un’idea di Marco Melloni, Voci nel Deserto è un movimento di circa 150 artisti e professionisti della comunicazione che porta avanti, come impegno civile, la Raccolta differenziata della memoria(cc).
L’idea di fondo è il recupero delle voci che si sono alzate clamantes in deserto: Pasolini, Flaiano, Levi, Terzani, Bradbury, Huxley, Biagi, Orwell, Gaber, Prezzolini, Steinbeck, Tucidide… le loro parole, oggi, ci offrono una chiave di lettura – quasi umiliante nella sua preveggenza – sul perché siamo arrivati aquesto punto. Oltre 600 “frammenti di memoria” sono stati catalogati e raccolti in un archivio tematico inprogress. Assemblandoli e associandoli a suoni e immagini del presente prendono vita spettacoli tematici, flashmob e attività formative nelle scuole: azioni di teatro civile gratuite per il pubblico, volontarie e anonime per chi le realizza.

Il progetto è stato oggetto di un documentario, realizzato dai cineasti Iris Manca e Paolo Bravi (HDeyes), è stato insignito del Premio Monteverde Pasolini ed è stato presentato in occasione dell’Anno della Cultura Italiana USA 2013 nell’ambito di In Scena! Italian Theater Festival NY. Voci nel Deserto ha portato in scena 150 artisti in 7 città italiane (Roma, Bergamo, Bologna, Rimini, Ravenna, Catania, Taranto), arrivando anche a Parigi e a New York. Lo spettacolo è stato ospitato in diversi spazi della capitale (Centro Culturale Elsa Morante, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Sala Umberto e Quirinetta fra gli altri), ma va molto oltre l’esperienza scenica: è evento di strada in difesa dei beni comuni, incontro libero nelle radio, nelle Università (Facoltà di Fisica della Sapienza, Istituto Europeo di Design) e nelle scuole medie superiori, per le quali nel 2014 è stato costruito un apposito seminario nell’ambito del Progetto ABC, in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Roma e ATCL.

Il coinvolgimento attivo del pubblico è la chiave di volta: il sito vocineldeserto.it e la pagina Facebook (4.600 contatti) sono luogo di incontro per chi vuole partecipare contribuendo alla raccolta di frammenti, promuovendo l’iniziativa o replicandola liberamente. I “frammenti di libertà di pensiero” sono stati catalogati e raccolti in due volumi. Con 80 diversi copioni, le Voci si levano a supporto di tematiche etiche: il progetto partecipa a manifestazioni con cui condivide la visione, supportato e veicolato da individui ed associazioni che ne sposano la missione, come Kairos Italy Theater, che ne sostiene attivamente la diffusione in Italia e che lo ha presentato a New York.

“Siamo un paese senza memoria: il che equivale a dire senza storia. L’Italia rimuove il suo passato prossimo, lo perde nell’oblio televisivo, ne tiene solo i ricordi, i frammenti che potrebbero farle comodo con le sue contorsioni, le sue conversioni”. Lo scriveva Pasolini sul Corriere della Sera. Sono passati più di trent’anni. Ci piacerebbe far diventare anacronistiche queste parole.

INGRESSO GRATUITO

Info e dettagli prenotazioni@angelomai.org

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ