Roma 23 ottobre 2017
5 giugno 2017

Verde pubblico, a Ponte di Nona il giardino fatto dai bambini

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Inaugurato nel quartiere di Nuovo Ponte di Nona (Municipio VI) un giardino “condiviso”, realizzato in larga misura con l’apporto dei bambini della scuola elementare “Giuseppe Impastato”. Il giardino, in via Luigi Gastinelli, nasce nell’ambito del progetto Svitati per l’ambiente dell’associazione Retake, patrocinato dal Campidoglio. A tagliare il nastro, l’assessora Pinuccia Montanari (Sostenibilità Ambientale).

Retake Roma va avanti insieme a Retake Milano sul fronte periferie: a Roma ha promosso l’adozione del giardino di Ponte di Nona, nel capoluogo lombardo ha fatto lo stesso con uno spazio verde al Giambellino. Da gennaio i bambini hanno seguito un percorso costituito ogni volta da un momento di riflessione ambientale seguito dalla sua applicazione concreta.

Si è cominciato con un approccio ai temi della tutela e del consumo responsabile e con una prima pulizia dell’area dai rifiuti accumulati nel tempo, a colpi di raschietto, pinze e scopa. Poi un laboratorio su riciclo e riuso creativo, seguito dall’azione pratica: pennelli e vernice alla mano, gli alunni hanno dipinto pallet industriali, facendone panchine, e cassette di risulta del mercato per realizzare fioriere.

Quindi s’è parlato di biodiversità e, sempre impiegando cassette prese dai banchi del mercato, si sono piantumate diverse specie di piante e fiori. Dulcis in fundo, la progettazione complessiva del giardino e la sua messa a punto.

Ora il giardino, nato dalla fantasia di un centinaio di bambini delle elementari, è realtà: “Cento alunni della scuola primaria, con l’aiuto di Retake Roma, si sono occupati di tutte le fasi di manutenzione dell’area verde con arredi e piante”, ha detto l’assessora Montanari. “Un percorso partecipato che insegna a tutti, adulti e bambini, che insieme possiamo restituire ai luoghi la loro naturale bellezza. È fondamentale che ognuno svolga il proprio ruolo, credendoci”.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ