Roma 9 dicembre 2019
13 dicembre 2018

Una giovane Casamonica ha violato i sigilli e rioccupato una casa sequestrata

La sindaca Raggi: inaccettabile
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Una giovane Casamonica ha violato i sigilli e rioccupato una casa sequestrata
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

ROMA – Aveva divelto i sigilli, danneggiato la serratura della porta d’ingresso e si era sistemata all’interno della casa abitata da Giuseppe Casamonica, già confiscata e che lo scorso 17 luglio i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati, nel corso dell’operazione ‘Gramigna’ avevano liberato, affidandola all’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati. Questo è quanto hanno scoperto, in vicolo di Porta Furba, 55, i Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana insieme ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Piazza Dante, durante un’attività investigativa in zona.
Una donna di 19 anni, anche lei una Casamonica, è stata così denunciata per occupazione abusiva di stabile confiscato. Si tratterebbe della fidanzata del figlio di Giuseppe Casamonica. Sul posto è giunto anche il personale dell’Agenzia Nazionale dei Beni sequestrati e confiscati, ente assegnatario dell’immobile che, con i Carabinieri presenti, ha liberato l’immobile, ripristinato la serratura ed apposto nuovamente i sigilli.

"#NonAbbassiamoLoSguardo Roma Capitale è al fianco di Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata. Inaccettabile occupazione loro stabile da parte Casamonica. Grazie a Carabinieri per intervento. Istituzioni unite per legalità". Lo scrive in un tweet il sindaco di Roma Virginia Raggi.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ