Roma 9 dicembre 2018
5 dicembre 2018

TUMARANKÈ / IL FILM COLLETTIVO GIRATO DA 38 MIGRANTI MINORI CON UN SEMPLICE SMARTPHONE

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
TUMARANKÈ / IL FILM COLLETTIVO GIRATO DA 38 MIGRANTI MINORI CON UN SEMPLICE SMARTPHONE
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Sarà presentato giovedì 6 dicembre alle 18.15, alla Casa del Cinema Tumaranké, il film documentario interamente girato con lo smarthphone da trentotto migranti minori non accompagnati, risultato del progetto europeo Re-future.

Valicando simbolicamente i confini europei, il film sarà proiettato in contemporanea nei tre paesi europei partner del progetto: Svezia (Film i Väst - Göteborg,) Turchia (Human Rights Festival - Izmir) e Francia (Nuit des Débats -Parigi).

Si può trasformare lo smartphone in un mezzo che crea integrazione?
E’ stata questa la sfida lanciata da Re-future, che nel nome dichiara un orizzonte d’azione: lavorare oggi pensando al futuro dei rifugiati per porre le basi della società accogliente e transculturale di domani.

Tumaranké – parola che in lingua bambara definisce chi si mette in viaggio alla ricerca di un futuro migliore- è uno dei risultati del progetto che ha coinvolto il gruppo di minori in un workshop di educazione all’immagine e filmmaking; un percorso lungo un anno per sensibilizzare e stimolare il loro sguardo sulla realtà e imparare a esprimersi utilizzando in modo più consapevole lo strumento che ognuno di loro ha in tasca, lo smartphone.
Un film corale che offre la possibilità di conoscere più da vicino e senza filtri, chi sono i giovani migranti che arrivano in Europa. Un diario intimo e sorprendente, che trasforma l’obiettivo dello smartphone in uno strumento per mettersi in gioco in prima persona, per raccontare e condividere un’esperienza. Ma non solo. Perché ad emergere è anche uno spaccato della nostra società contemporanea vista attraverso i loro occhi. Un modo per ridimensionare l’apparente distanza che il racconto dei media costruisce ormai quotidianamente.
Aldilà di ogni retorica sono i loro sguardi e le loro voci in prima persona a raccontarci chi sono.

Dopo la proiezione tre dei ragazzi che hanno realizzato il film incontreranno il pubblico, insieme a rappresentati di associazioni e realtà che operano con rifugiati e migranti. Un’occasione di confronto, per stimolare la partecipazione attiva di società civile e istituzioni sull’accoglienza intesa come strumento di crescita e non di conflitto.

Il progetto Re-future ha avuto il supporto del Programma Creative Europe dell’Unione Europea, ed è realizzato attraverso la partnership di 3 case di produzione europee tra Francia, Svezia e Turchia, oltre all’italiana Dugong Films ed è stato realizzato con la collaborazione dell’Associazione Accoglierete di Siracusa, Infinity Edge, Università Telematica Uninettuno, Pianoterra Onlus e Associazione Offf.

All’incontro organizzato in collaborazione con Nation25 parteciperanno tra gli altri:
Accoglierete, Civico Zero, Centro Astalli, Dugong Films, Forum per Cambiare l’Ordine delle Cose, Stalker / Noantri Cittadini Planetari, Global Shapers Community, In Migrazione, Officine 47, Studenti del liceo Tasso e Mamiani,
The Nationless Pavilion.

TRAILER

Tumarankè - Durata 48’
Giovedì 6 dicembre ore 18.
A seguire incontro/dibattito organizzato in collaborazione con Nation25 .
Casa del Cinema, Sala Deluxe
Largo Marcello Mastroianni, 1.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ