Roma 22 maggio 2019
31 agosto 2017

Tridente, controlli alle attività commerciali: la Polizia Locale accerta debiti per 326.000 Euro

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Tridente, controlli alle attività commerciali: la Polizia Locale accerta debiti per 326.000 Euro
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Somministrazione abusiva di alimenti, cottura di cibi senza autorizzazione, frode, inquinamento ambientale, ampliamento irregolare della superficie interna dei locali, occupazione abusiva di suolo pubblico e attività prive di indicazione prezzi ai clienti: sono gli illeciti accertati dalla Polizia Locale durante una operazione di controllo nelle attività commerciali del Tridente. La task force del comando generale di via della Consolazione hanno passato al setaccio la centralissima via Ripetta, a partire da Piazza del Popolo, accertando che l’80% delle attività controllate non era in regola.

Continua il lavoro della Polizia di Roma Capitale sul fronte dei controlli alle attività commerciali: gli agenti, coadiuvati da ispettori Aequaroma, sono entrati nei negozi chiedendo autorizzazioni e le ricevute di pagamenti dei tributi, misurando l’effettiva occupazione di superficie di vendita (dentro e fuori), dopo aver verificato i tavolini autorizzati, la presenza e la correttezza dei menu esposti, l’apposizione delle etichette e dei listini prezzi. Tutto questo senza tralasciare una visita alle cucine, ai locali e ai frigoriferi: se ritenuto necessario, infatti, vengono attivati gli ispettori della Asl competente, che potrebbero aggiungere prescrizioni e multe e, nei casi più gravi, disporre la chiusura dell’attività. I controlli si estendono normalmente anche ai lavoratori presenti e ai pagamenti dei relativi contributi a loro tutela.

Alla fine dell’operazione sono state controllate 14 attività, tra queste 12 sono risultate non in regola: oltre alle evasioni dei tributi, alcuni hanno ricevuto sanzioni per mancanza di ingredienti nei menu, per presenza di contenitori della spazzatura non coperti, e per mancanza di altre autorizzazioni minori. Le sanzioni sono state pari a 19.196 Euro, mentre le evasioni dei tributi accertate ammontano a oltre 326 mila euro. I controlli proseguiranno per la verifica di eventuali abusi edilizi, o di altre violazioni amministrative che possono scaturire dalle verifiche documentali presso il Municipio.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ