Roma 18 giugno 2019
30 agosto 2017

Tensioni tra migranti e residenti in via del Frantoio: un eritreo ferito

E’ successo a Tiburtino III, quartiere periferico della Capitale. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo avrebbe lanciato pietre contro alcuni bambini, provocando la reazione delle persone accorse e gli scontri
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Tensioni tra migranti e residenti in via del Frantoio: un eritreo ferito
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

C’è anche un ferito nella rivolta scoppiata nella notte al Tiburtino III tra residenti e migranti, ospitati nel centro di accoglienza di via del Frantoio. Si tratta di un 40ennne eritreo, accoltellato alla schiena durante la rissa tra una cinquantina di persone, sedata solo dall’arrivo delle forze dell’ordine. L’uomo è stato ricoverato all’ospedale Sandro Pertini ma non sarebbe in pericolo di vita.

Il parapiglia è scoppiato dopo una lite tra l’eritreo e la mamma di un bambino del quartiere. Tutto è cominciato ieri sera, quando il bambino di circa dieci o undici anni è salito a casa dalla mamma raccontando di essere stato bersaglio di un lancio di pietre da parte di un rifugiato ospitato nel centro mentre era in strada con alcuni coetanei. A quel punto la donna non ci ha pensato due volte e, forse accompagnata da qualche altre mamma, si è diretta verso il centro per avere un chiarimento con l’eritreo. Poi, però, circondata da alcune decine di migranti del centro che forse la ostacolavano nell’uscita, ha chiamato aiuto, provocando l’arrivo sul posto di una cinquantina di residenti inferociti. Nel parapiglia che ne è derivato l’eritreo è stato accoltellato.

Sul caso indagano i carabinieri che stanno ascoltando i testimoni per ricostruire la dinamica dei fatti.

Nuove tensioni in mattinata - E la tensione si è riacutizzata nella mattinata: all’uscita di tre migranti dal centro, uno dei quali con la mano fasciata, un paio di residenti gli sono andati incontro urlando: "Ti ho riconosciuto, eri quello che stanotte aveva in mano un bastone". Ad intervenire polizia e carabinieri che hanno separato i due gruppi. Al momento l’ingresso del centro è presidiato dalle forze dell’ordine.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ
VOSTRE NEWS DAL MUNICIPIO