Roma 19 marzo 2019
19 febbraio 2019

Ss Torre Angela Acds (calcio, I cat.), Marsella: «Pari prezioso col Certosa, ma c’è pure rammarico»

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Ss Torre Angela Acds (calcio, I cat.), Marsella: «Pari prezioso col Certosa, ma c'è pure rammarico»
ARGOMENTI
- Sport

Roma – Si è fermata sul campo della capolista Certosa la striscia di vittorie della Prima categoria del Torre Angela Acds. Ma la squadra di mister Andrea Rubenni ha mantenuto la sua imbattibilità, strappando un pari a reti bianche e finendo addirittura la partita in nove contro undici. «A mio modo di vedere potevamo vincere pure in dieci, i ragazzi hanno fatto una grande partita – dice il dirigente Giuseppe “Pino” Marsella – La squadra ha dovuto giocare tra mille difficoltà, a cominciare dall’assenza in extremis del bomber Federici che è diventato papà. A inizio ripresa è arrivata la prima espulsione ai danni del nostro portiere Mattogno il quale ha rimediato un secondo cartellino giallo nell’episodio che è valso un calcio di rigore non proprio solare per i padroni di casa. Il subentrato Lisciani, portiere classe 2001, ha parato il tiro dal dischetto e ci ha tenuto sullo 0-0, poi qualche minuto prima del 90esimo abbiamo subito anche il cartellino rosso di Zuccheri, ma anche in nove siamo riusciti a conquistare un prezioso pareggio». Per Marsella, da anni al Torre Angela come dirigente al seguito del figlio Simone, la Prima categoria del club capitolino ha tutte le potenzialità per essere protagonista. «Forse a questo punto il discorso legato al primo posto si fa un po’ duro perché ci sono sette punti di distanza tra noi e il Certosa che è sicuramente un’ottima squadra, anche se quella che mi ha impressionato di più è stato lo Zena Montecelio. Noi, comunque, avremo quasi tutti gli scontri diretti in casa e questo potrebbe essere un aspetto importante». Il dirigente parla del rapporto suo e del figlio Simone con il Torre Angela Acds. «Stiamo molto bene qui, c’è un ottimo rapporto con la famiglia Ciani. Il mio ruolo di dirigente? Mi piace stare assieme ai ragazzi e ovviamente seguire mio figlio».

Nel prossimo turno il Torre Angela Acds ospiterà la Pro Calcio Torbellamonaca. «E’ una squadra che ancora ha bisogno di punti per stare tranquilla e quindi verrà a giocarsi la partita con determinazione. Rispetto alla sfida d’andata sono cambiate alcune cose, la nostra è una compagine più consapevole e proveremo a riprendere la marcia. Bisognerà tenere alta la concentrazione perché, come dimostrato domenica scorsa dalla vittoria del Castelverde proprio sullo Zena, in questo girone tutte le squadre possono crearti difficoltà».

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ