Roma 22 agosto 2019
22 febbraio 2018

Soldi in ritardo ai rifugiati, scatta la protesta in due centri migranti

Tensione in una struttura di Roma e in una seconda nelle Marche, dove i richiedenti asilo starebbero aspettando da tempo i compensi loro dovuti. Sono intervenute le forze dellʼordine
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Soldi in ritardo ai rifugiati, scatta la protesta in due centri migranti
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Momenti di tensione in un centro di accoglienza in largo Perassi a Roma. Circa 200 migranti si sono barricati all’interno della struttura per protesta. Gli ospiti denuncerebbero il mancato pagamento del pocket money, una sorta di diaria giornaliera destinata ai richiedenti asilo per le piccole spese. Sul posto sono giunte le forze dell’ordine.

Tensione tra i rifugiati anche in un centro di Porto Sant’Elpidio, nelle Marche, dove a protestare sono stati sia gli ospiti nel Residence Nazionale sulla statale adriatica, sia i lavoratori che prestano servizio per un compenso che non raggiunge i 7mila euro l’anno. Alcuni di loro non hanno ricevuto neanche i pochi soldi a cui avrebbero diritto per la loro attività e gli altri, ospiti della struttura, si sono uniti alla protesta dei "colleghi". I gestori del centro hanno chiamato i carabinieri, subito intervenuti per cercare di riportare la calma.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ