Roma 16 ottobre 2019
25 ottobre 2017

Sainkho Namtchylak e Mauro Tiberi + Druna New Experience “Voice spirit of nomads and warriors”

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Sainkho Namtchylak e Mauro Tiberi + Druna New Experience “Voice spirit of nomads and warriors”
MUNICIPI E QUARTIERI

Angelo Mai, via delle Terme di Caracalla 55, ore 21.30

Sainkho Namtchylak e Mauro Tiberi + Druna New Experience “Voice spirit of nomads and warriors”

apertura 21.00
inizio concerto 21.30

h 23.00
LUMEN
con Luigi De Angelis e Emanuele Wiltsch Barberio

Sainkho Namtchylak e Mauro Tiberi + Druna New Experience “Voice spirit of nomads and warriors”

Sainkho è una leggenda vivente della voce. Quando già nei primi anni 90 approdò in occidente da Tuva, una repubblica confinante con la vicina Siberia e con la Mongolia (il cui patrimonio vocale è unico al mondo per l’uso a tratti dolce e melodico della voce e a tratti per le sonorità estreme che questi cantori riescono a produrre dalle loro corde vocali). Da allora ha iniziato ad avere collaborazioni con musicisti dell’area della sperimentazione e del jazz sia in Europa, sia negli stati uniti. La discografia di Sainkho spazia dal repertorio per sola voce, al jazz d’avanguardia, fino a contaminazioni con la musica elettronica ed è grazie a questa sua poliedricità che è conosciuta in tutto il mondo. In questo Concerto Sainkho accompagnata dal gruppo D.N.E. guidato dal musicista , vocalista e polistrumentista Mauro Tiberi ci porterà all’interno dell’universo voce in una trasversalità che attraversa la musica sciamanica e arcaica fino alle contaminazione con i suoni elettronici delle grandi metropoli del mondo, accompagnati dalla ritmica e dall’elettronica di due fuori classe Gianluca Bacconi al sintetizzatore e Alex Barberis all’elettronica e alle percussioni.

Sainkho Namtchylak: voce e tamburo

Mauro Tiberi: voce, contrabbasso, basso elettrico

Alex Barberis: batteria ed elettronica

Gianluca Bacconi: sintetizzatore

Info: baldassarmusic@gmail.com
www.maurotiberi.net

h 23.00
LUMEN

con Luigi De Angelis e Emanuele Wiltsch Barberio Ideazione e live electronics Luigi De Angelis, Emanuele Wiltsch Barberio Forme del fuoco Nicola Fagnani e Giorgio Andreotta Calò Custodia del fuoco Nicola Fagnani e Giovanni Cavalcoli
Heartbeat xxx Produzione E production

Ringraziamenti Alberto Favretto e Elisa Bortolussi, Jacopo Paolin - Anbesa, Federico Tanzi - Audio73 - Pino Saulo

Lumen è un fuoco fatuo, dall’esistenza effimera e magica, che appare e scompare originando un invito notturno alla festa e al ballo collettivo. La sua durata è scandita dalla combustione di una grande pira di fuoco e il suo movimento innesca l’abbandono a una danza, ritmata dall’andamento della fiamma e dalle temperature del calore. Lumen inaugura, con un una pulsazione di fuoco, l’inizio di una festa animista in cui uno spazio è trasformato in un luogo del rito, dove una fiamma disegna geometrie imprevedibili, scandendo la durata di un’esperienza musicale, che tende alla possessione e dal sapore iniziatico. La forza naturale del fuoco costituisce un segnale temporale e un elemento formale e visivo, creato dall’artista Giorgio Andreotta Calò e dallo scenografo Nicola Fagnani. Lumen mette in relazione i documenti di un archivio di registrazioni (dalla trance nei riti vudu di Haiti ai canti di guerra Sioux alla voce solitaria di uno sciamano colombiano) catalogandoli e confondendone i limiti di differenziazione. Ne riconosce una consaguineità e li mescola con le divinazioni musicali del presente, fino all’esperienza del dancefloor contemporaneo. La musica e il movimento possono possederci? Lumen è un invito ad assaporare il demone del fuoco sotto alla pelle. Da rito iniziatico a dancefloor senza soluzione di continuità.

Una fiamma ne scandisce le temperature e il ritmo. The set is on fire!

ingresso 10 euro

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ