Roma 24 febbraio 2018
16 gennaio 2018

ROMA E L’ACQUA: UN PERCORSO ARTISTICO TUTTO DA SCOPRIRE - “Moby Dick”

Giovedì 18 gennaio alle ore 18 Hub culturale “Moby Dick” - E. Ferrati 3A, Roma
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
ROMA E L'ACQUA: UN PERCORSO ARTISTICO TUTTO DA SCOPRIRE - “Moby Dick”
MUNICIPI E QUARTIERI

Fotografia, pittura e letteratura insieme per raccontare il “matrimonio”, storico e paesaggistico, tra la Capitale e l’acqua. L’evento, organizzato dalla Galleria Inquadro di Cerveteri e Luca Saraceni, vuole incrociare diverse modalità di espressione artistica con l’obiettivo di dare spazio a strumenti di lettura della realtà, diversi tra loro ma tutti incentrati sulla stessa realtà: Roma.

All’Hub culturale “Moby Dick”, le immagini di una ventina tra pittori e fotografi descriveranno l’incontro, mai banale, tra l’Urbe e l’acqua. A fare da cornice all’intervento dello storico Settimio La Porta, sarà un video con una serie di fotografie risalenti agli anni ’60, scattate dal padre dell’ideatore della mostra, Luca Saraceni, tutte dedicate alle fontane romane.

E proprio di fontane romane, non solo come espressione artistica, ma anche come luogo di aggregazione e di scambio, nell’Urbe di ieri e di oggi, parlerà il prof. La Porta. Un modo inconsueto per raccontare Roma città d’arte e agglomerato urbano, che vede nelle fontane un’affascinante punto di incontro.

Sarà poi la volta di Marco Madeddu, giornalista di Tele Radio Stereo, che, attraverso la lettura di brani del suo libro “90 anni d’amore”, offrirà al pubblico una fotografia molto speciale, quella della Roma calcio, rappresentata dai migliori 90 minuti del percorso sportivo della squadra capitolina.

La scelta di mettere insieme fotografia, pittura, racconto storico ed artistico, non è casuale. Con “Roma e l’acqua”, già presentata lo scorso anno a Cerveteri, la Galleria Inquadro, animata da Fabio Uzzo, e Luca Saraceni hanno dato vita ad un percorso artistico itinerante. L’idea è quella di partire dalle fontane per allargare la visione alla bellezza di Roma, integrando a immagini e narrazione storico-letteraria anche la musica, il teatro, la poesia, l’architettura e l’urbanistica.

“Intendiamo dare così vita ad una kermesse culturale ogni volta diversa - spiegano gli organizzatori - in virtù della diversa location e del succedersi degli artisti”. L’evento a Roma è quindi solo l’inizio. “Stiamo verificando altre località di pregio – affermano Uzzo e Saraceni – allo scopo di esportare altrove il nostro progetto, mantenendo come base ideale l’incontro magico tra Roma e l’acqua”.

Per info: romaelacqua@gmail.com

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ