Roma 19 novembre 2019
28 ottobre 2016

Roma: 82enne uccide i vicini, si barrica in casa e si suicida

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Roma: 82enne uccide i vicini, si barrica in casa e si suicida
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

I cadaveri di un uomo e di una donna, marito e moglie, sono stati trovati in un appartamento di un condominio di via Raffaele Stasi, in zona Due Ponti a Roma. I corpi dei due coniugi, uccisi a colpi di pistola, erano davanti alla porta d’ingresso della loro abitazione, al piano terreno del palazzo. Il mistero sulla morte dei due è stato svelato poco dopo: a ucciderli è stato un vicino 82enne, che si è poi barricato in casa togliendosi la vita.

Secondo i carabinieri, tra la coppia di coniugi (Tiziano e Perla) e l’anziano ci sono stati anni di liti continue, sfociate, giovedì pomeriggio, nell’omicidio e nel successivo suicidio, compiuto con una pistola che l’82enne deteneva regolarmente. Quando i carabinieri, dopo aver ascoltato gli altri condomini, hanno capito che il delitto poteva essere l’epilogo di un’ennesima lite, hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’anziano, Antonio, trovandolo già senza vita.

Alcuni abitanti hanno raccontato di aver sentito urla verso ora di pranzo e poi gli spari. A quanto ricostruito finora, tra le vittime e l’anziano c’erano state in passato continue liti per motivi di "vicinato". L’edificio ha spazi comuni molto angusti, con pianerottoli piccoli e scale strette. Tra i vicini di casa non c’erano buoni rapporti e spesso i tre erano entrati in conflitto. Probabilmente si è consumata l’ennesima lite. Una discussione violenta sfociata nel duplice omicidio. Rimane da chiarire quale sia stata la scintilla che ha portato l’anziano a compiere il gesto estremo.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ
VOSTRE NEWS DAL MUNICIPIO