Roma 20 novembre 2018
4 giugno 2018

Pavidi e no - serata inaugurale di LETTERATURE, Giovedì 7 giugno

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Pavidi e no - serata inaugurale di LETTERATURE, Giovedì 7 giugno
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Pavidi e no

LETTERATURE
Festival Internazionale di Roma

(7 giugno - 3 luglio 2018, Basilica di Massenzio)

La serata inaugurale alla Basilica di Massenzio, denominata Pavidi e no, si svolgerà giovedì 7 giugno con gli autori TARA WESTOVER - GIANRICO CAROFIGLIO - AURELIO PICCA e l’attore FABRIZIO GIFUNI, che leggerà, in apertura, un testo dello scrittore e giornalista turco AHMET ALTAN, incarcerato per reati di opinione in seguito al tentativo di colpo di stato avvenuto in Turchia nel 2015. L’accompagnamento musicale è affidato a Andrea Feroci e Francesco Micozzi (pianoforte a quattro mani).

TARA WESTOVER
Cresciuta in una fattoria nelle montagne dell’Idaho da una famiglia di mormoni anarco-survivalisti, esordisce con il suo libro Educated nel 2018 raggiungendo subito la vetta della classifica dei bestseller del New York Times. È un memoir che descrive la sua vita, la sua fuga dalla famiglia attraverso l’educazione che le offre la possibilità di emanciparsi, di diventare una persona diversa. Una rivelazione. Il racconto di una lotta per l’auto-invenzione. Ora la Westover, dopo la laurea e dopo un MPhil al Trinity College, ha ottenuto un dottorato in storia a Cambridge. In Italia il suo libro è pubblicato da Feltrinelli.

GIANRICO CAROFIGLIO
Magistrato dal 1986, ha esordito nella narrativa con Testimone inconsapevole (Sellerio, 2002) aprendo il filone del thriller legale italiano. Da allora ha pubblicato moltissimi libri con vari editori di cui gli ultimi L’estate fredda (Einaudi,2016), Le tre del mattino (Einaudi,2017). Nel 2018 con la collaborazione di Jacopo Rosatelli pubblica per la EGA-Edizioni Gruppo Abele il suo ultimo lavoro Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità. Ha vinto numerosi premi italiani e stranieri. I suoi libri hanno venduto cinque milioni di copie e sono stati tradotti in ventotto lingue.

AURELIO PICCA
Scrittore e poeta, esordisce con la raccolta Per punizione nel 1990. Seguono racconti e romanzi pubblicati, per vari editori, tra 1995 e il 2016. Vince i premi Flaiano e Hemingway. Con Einaudi Stile Libero nel 2018 pubblica Arsenale di Roma distrutta, il ritratto di una Roma come non l’avete mai vista: gaglioffa e vitalistica, regina e femmina di malaffare.
Aurelio Picca è anche giornalista pubblicista e collabora, tra gli altri, con la Repubblica, il Giornale, Max, Nuovi Argomenti, Corriere della Sera, Il Messaggero, Io donna.

Dal 7 giugno al 3 luglio 2018 si svolgono gli appuntamenti alla Basilica di Massenzio al Foro Romano di LETTERATURE Festival Internazionale di Roma, un programma di otto serate, a ingresso gratuito, con gli autori più interessanti della scena letteraria contemporanea, ideato e diretto da Maria Ida Gaeta con la regia di Fabrizio Arcuri. Ognuno degli autori protagonisti leggerà un testo inedito scritto appositamente per il festival e ispirato al tema scelto per questa edizione, il diritto e il rovescio, una riflessione sulla arbitrarietà e ambiguità delle parole, sui molteplici significati, a volte opposti, che l’uso che ne facciamo può determinare.
L’edizione 2018 della manifestazione è promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, curata dall’Istituzione Biblioteche di Roma e organizzata da Zètema Progetto Cultura. E’ realizzata con il sostegno di SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori e con il contributo di Acea.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ