Roma 12 novembre 2018
26 gennaio 2018

MEMORIA, MUNICIPIO I – CONCERTO A TRASTEVERE DELL’ARTISTA NORVEGESE BENTE KAHAN

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
MEMORIA, MUNICIPIO I – CONCERTO A TRASTEVERE DELL'ARTISTA NORVEGESE BENTE KAHAN
MUNICIPI E QUARTIERI

Nell’ambito delle iniziative per la Giornata della Memoria, si è svolto questa mattina nella Sala Benedetto XIII dell’Istituto San Gallicano a Trastevere il concerto di Bente Kahan accompagnata da Marco Valabrega al violino, Bruno Zoia al contrabbasso e Mohssen Kassirosafar alle percussioni.

Bente Kahan, artista norvegese di origine ebraica, attrice, musicista, regista e drammaturga, è una delle interpreti più importanti della musica Yiddish. Nel 2006 ha creato la Fondazione che porta il suo nome per la promozione del rispetto reciproco dei diritti umani attraverso la memoria della Shoah. Nel corso della
sua carriera ha ricevuto moltissimi premi e riconoscimenti per la sua attività artistica e di promozione culturale.

Insieme ai musicisti del Gruppo Mishmash, ha eseguito un repertorio di canzoni e poesie scritte durante il periodo della persecuzione nazista nei ghetti di Cracovia, Vilnius, Varsavia e Theresienstadt.

“Con questa iniziativa” ha commentato la Presidente del Primo Municipio Sabrina Alfonsi , che ha organizzato l’evento”“abbiamo voluto offrire ai ragazzi delle nostre scuole superiori e a tutti coloro che hanno partecipato un punto di vista meno consueto, più intimo, della storia della sofferenza del opolo ebraico a causa delle persecuzioni dei regimi fascisti e nazisti durante la seconda guerra mondiale.
Una rappresentazione di melodie e testi altamente simbolici – da parte di una delle maggiori rappresentanti della cultura Yiddish - che ci rendono partecipi della disperazione di un popolo costretto dai suoi aguzzini a vivere in una condizione di annientamento fisico e spirituale.

Dobbiamo continuare a raccontare questa storia, lo dobbiamo a noi stessi e soprattutto alle generazioni future, perché fatti come questi non si ripetano mai più. Contro la paura degli altri, contro ogni forma di razzismo e ideologia neofascista emergenti, abbiamo il dovere della memoria.Come ha ben ricordato ieri il nostro Presidente della Repubblica, a ottanta anni dalla vergogna delle
leggi razziali del regime fascista in Italia dobbiamo rinnovare l’impegno per riaffermare con forza i valori contenuti nell’art.3 della nostra Costituzione, che dichiara l’uguaglianza e a pari dignità sociale di tutti i cittadini senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

Gli oltre 250 posti della Sala sono stati a malapena sufficienti per contenere i ragazzi dei Licei Kennedy, Ripetta, Plinio, Visconti; Tasso Gioberti, Armellini, e numerosi anziani dei Centri Anziani del Municipio.

Al concerto hanno partecipato Ruth Dureghello, la Presidente della Comunità Ebraica di Roma;l’Ambasciatrice di Norvegia in Italia Margit F.Tveiten; la Vicaria dell’Ambasciatore di Polonia in Italia Marta Zielinska - Sliwka; la Vice Capo Missione dell’Ambasciata di Germania Irmgard Maria Fellner.; Valter Mainetti, che attraverso la Fondazione Sorgente Group ha finanziato il progetto.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ