Roma 20 agosto 2018
15 novembre 2017

Maria Gadú all’Auditorium Parco della Musica

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

18/11/2017 Sala Sinopoli ore 21:00

Maria Gadú

Maria Gadú voce, chitarra

Torna all’Auditorium Parco della Musica un talento della musica brasiliana, Maria Gadú, cantante, cantautrice e chitarrista sopraffina.
Maria Gadú comincia a suonare fin da piccola, incidendo già delle canzoni in proprio su musicassette.

Dopo gli studi di chitarra, a tredici anni, tiene una serie di concerti nei club della sua città, San Paolo, suonando la musica di Adoniran Barbosa, Marisa Monte e Chico Buarque. A ventidue anni incide il suo primo album “Maria Gadù”, con la produzione di Rodrigo Vidal, che vince il disco d’oro in Italia e il disco di platino in Brasile. Nel 2010 conquista due nomination ai Latin Grammy Awards, nelle categorie "Miglior Artista Rivelazione" e "Miglior Album di un Cantautore".

Il suo talento ha ammaliato grandi suoi conterranei, come Milton Nascimento e Caetano Veloso, con cui realizza insieme un tour di concerti per voce e chitarra.
I suoi due intensi dischi successivi vantano le illustri collaborazioni di Caetano Veloso, Gilberto Gil, Chitãozinho & Xororó, Milton Nascimento, Ana Carolina, Sandra de Sá, Ivan Lins. Nel dicembre del 2011, lancia il suo secondo album in studio, "Mais Uma Página", la cui prima canzone, "Axé Acappella", di Dani Black e Luisa Maita, viene lanciata come singolo e resa disponibile in download gratuito sul sito della cantante. Nel 2013, esce il suo disco: “Nós”. Nel 2015 pubblica l’album “Guelã”, che riceve una nomination ai Latin Grammy Awards nella categoria “Best MPB Album”.

“Maria Gadú è un evidente fenomeno di popolarità per la sua generazione ed è una persona con una autentica vocazione per la musica. La prima volta che l’ho vista sono rimasto abbagliato e quando ha iniziato a cantare è stata spettacolare.” Caetano Veloso

Biglietti:
da 20 a 25 euro + diritti di prevendita

Biglietteria 892.101 (Clicca e visualizza i costi del servizio)

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ