Roma 16 ottobre 2019
14 marzo 2017

La Fondazione Santa Francesca Romana e il Trust Floridi Doria Pamphilj inaugurano il polo culturale dell’Ospitale Santa Francesca Romana

Nel cuore pulsante di Trastevere nuove iniziative di ospitalità, svago e cultura
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

L’Ospitale Santa Francesca Romana in Trastevere si rinnova e presenta nuove iniziative alla città. Negli storici spazi ha preso vita l’ambizioso progetto, fortemente voluto dalla Fondazione Santa Francesca Romana e dal Trust Floridi Doria Pamphilj, per valorizzare l’Ospitale Santa Francesca Romana come polo culturale dove la storia di accoglienza e la tradizione artistica si aprono a nuove esperienze legate alla convivenza contemporanea.

La riapertura della Chiesa Santa Maria in Cappella, dopo un importante restauro, offre l’opportunità di ammirare i crocifissi di Francesco Borromini e Alessandro Algardi, due capolavori barocchi riportati alla luce e per la prima volta esposti al pubblico.

L’inaugurazione della mostra MEMORIE#ESTASI presso la Chiesa di Santa Maria in Cappella, dedicata al tema dell’amore ascetico e caritatevole, in programma fino al 3 Aprile 2017, include l’inedita installazione in acciaio e pietra “MEMORIE: MAIN MEMORY, BY HEART, PAR COEUR” dell’artista contemporanea Paola Romoli Venturi, ed affianca una selezione di dipinti iconografici, tra cui la replica artigianale del polittico di Santa Devota di Ludovico Brea.
L’istituzione del premio annuale per l’arte contemporanea dal titolo MEMORIE#.
Tale premio si pone l’obiettivo di promuovere, ogni anno, una nuova opera d’arte che interpreti un tema d’arte attraverso gli occhi di un importante artista contemporaneo. Il tema del bando della prima edizione per il 2018 è MEMORIE#CONFRONTI.

“Queste iniziative riflettono il nostro impegno a preservare e condividere l’inestimabile patrimonio di valori, storia, arte e cultura della nostra famiglia. Siamo orgogliosi di aver contribuito al rinnovamento dell’Ospitale Santa Francesca Romana” – affermano Donna Gesine Pogson Doria Pamphilj e Don Massimiliano Floridi, Presidente della Fondazione S. Francesca Romana – “Adesso ci attende una nuova sfida, che vorremmo condividere con tutta la città affinché l’Ospitale possa davvero diventare un luogo di produzione e distribuzione nel campo dell’arte, della cultura e della creatività vissuti quotidianamente. Una nuovo luogo per scambiare idee, sviluppare progetti o semplicemente divertirsi e bere un caffè in un ambiente conviviale”.
“Abbiamo voluto che l’antica vocazione dell’ospitalità del luogo travasasse sulla piazza per contenere opere di arte contemporanea. La piazza comincia a vivere oggi il nuovo ruolo avviato dopo il restauro ad opera del Rotary Roma Cassia”. È l’intento espresso da Lucia Viscio, imprenditrice, Past-President Rotary Roma Cassia, sostenitrice del premio MEMORIE#.

Dalla collaborazione con il Gruppo Eitch, presieduto dall’imprenditore Marco Scaffardi, viene anche inaugurato l’Ostello Eitch Borgo Ripa. L’Hostel si affaccia nel meraviglioso contesto dei Giardini di Donna Olimpia Pamphilj dell’Ospitale in cui troneggia la splendida fontana concepita da Gian Lorenzo Bernini.
Marco Scaffardi, co-founder del Gruppo Eitch, ha detto: “Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo alla valorizzazione di un luogo simbolo di storia e di tradizione. Riteniamo che il viaggiatore contemporaneo ricerchi un’esperienza dove il fascino storico, la bellezza artistica e il valore dell’ospitalità sono bisogni fondamentali.”
L’Ostello eredita lo spirito di accoglienza dell’Ospitale Santa Francesca Romana traducendolo in chiave moderna. Il risultato è un nuovo modo di intendere l’ospitalità a prezzi contenuti, senza rinunciare ai piccoli lussi del viaggiare contemporaneo in un ambiente che preserva la storicità del luogo.
Eitch Borgo Ripa Hostel si inserisce in quel filone di ospitalità chic, ma a basso costo, denominato "poshtel", un trend europeo nato da qualche anno che unisce il termine anglosassone posh (sofisticato) con la parola hostel.

Fondazione S. Francesca Romana
La Casa di Riposo S. Francesca Romana, con sede in Roma (Vicolo Santa Maria in Cappella, 6) è un’istituzione privata di assistenza e beneficenza che ha il nobile scopo di provvedere al ricovero, mantenimento e assistenza di persone anziane. La casa è adibita sin dal 1860 quale ricovero di persone anziane inabili al lavoro proficuo, per volontà espressa a suo tempo dal Cav. Don Carlo Doria Pamphilj. Nasce con atto di fondazione nel 1 dicembre 1971, quando l’erede proprietaria dell’immobile Donna Orietta Doria Pamphilj unitamente al marito Frank Pogson Doria Pamphilj, hanno costituito la Fondazione Ospizio, con dotazione alla Fondazione stessa dell’immobile costituente la Casa, nonché della Chiesa di Santa Maria in Cappella. La tradizione di accoglienza risale al maggio del 1859 quando le Figlie della Carità, guidate da suor Maria Lequette giungevano a Santa Maria in Cappella chiamate dai Principi Doria Pamphili che volevano affidare loro un ospedale per anziani cronici.

Trust Floridi Doria Pamphilj
Fondato nel 2007 per iniziativa della Principessa Gesine Pogson Doria Pamphilj e del suo consorte Don Massimiliano Floridi, il Trust Floridi Doria Pamphilj si propone di salvaguardare e promuovere i beni storici della famiglia e di valorizzare i luoghi un tempo appartenuti ad essa, tramandando così il patrimonio di storia, arte e cultura familiare che merita d’essere reso pubblico. Il Trust aspira a consolidare e indagare i valori culturali e spirituali che nel tempo le tre famiglie hanno raccolto, condividendoli col mondo contemporaneo, in un’ottica positiva e pragmatica. I Tour culturali delle loro dimore storiche, insieme a mostre, concerti e conferenze pubbliche, offrono a tutti la possibilità di accrescere la propria conoscenza culturale e spirituale.

Gruppo Eitch
Un team di gestione votato all’eccellenza, che combina expertise provenienti da diverse sfumature dell’arte del ricevere: turismo, ristorazione, eventi, PR, managing alberghiero. Lusso accessibile: questa è la missione di Eitch, le cui strutture sono situate in dimore storiche, caratterizzate da una proposta che incontra le ultime tendenze del marketing turistico. Uno stile nuovo che mette al centro i bisogni del turista globale e ne fa la forza trainante per ispirare un modello di ospitalità capace di integrare tradizione e futuro. Oltre a Eitch Ripa Hostel, il Gruppo ha un’altra struttura, ospitata dal Collegio Innocenziano, un ramo del Palazzo Pamphilj: Eitch Borromini (http://eitch.com/borromini/). Le suite disponibili costituiscono una rara opportunità di poter dormire all’interno di una dimora storica risalente al XVII secolo, concepita da Francesco Borromini, in una delle piazze più belle di Roma e del mondo.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ