Roma 21 settembre 2018
14 settembre 2018

Happy Volley Day, a Roma e nel Lazio due domeniche di festa e inclusione con la pallavolo

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

La pallavolo è un bene comune. È lo sport di tutti, anche di chi ancora non lo pratica. In quest’ottica, dopo lo straordinario successo del Mondiale di volley maschile al Foro Italico di domenica 9 settembre, il Comitato Territoriale FIPAV Roma organizza “Happy Volley Day”, due giornate aperte a tutti coloro che vogliono provare la pallavolo. Un progetto sostenuto dalla Regione Lazio volto alla promozione e allo sviluppo della disciplina sul territorio di Roma, di Rieti e delle rispettive province. L’obiettivo perseguito è quello di sensibilizzare i ragazzi, ma anche le famiglie, nei confronti del valore sociale e ludico del nostro sport.
In due domeniche del mese di settembre 2018, il 16 e il 23 pv, verranno organizzati dei poli di formazione e allenamento riservati a tutti i bambini e alle bambine in fascia di età 6-13 anni (per gli orari e le date di ogni stage contattare segreteria@fipavroma.it): nella città di Roma con il Dream Team Roma Pallavolo, il Volleyrò Casal Bertone, il Giro Volley, 3 nella provincia con le società Pallavolo Albano-Albalonga, Asd Prati 2000 e Volley Formello e 1 con Pallavolo Poggio Mirteto per Rieti e il suo territorio.

In questi luoghi, che abbracciano tutta l’area di competenza del CT Roma, si terranno 7 stage-camp, a cui possono partecipare gli atleti tesserati accompagnati dai dirigenti e dai tecnici dei club, ma anche i bambini non tesserati che verranno a conoscenza di questo evento. Verranno invitati a partecipare tutti gli alunni degli istituti primari e secondari di primo grado, con l’obiettivo di rafforzare il ponte che già lega da decenni la pallavolo romana e laziale al mondo della scuola, come dimostrato da tante attività che animano la stagione tra cui i Campionati Studenteschi regionali, il Volley Scuola, il Trofeo Roma Capitale del Volley, il Palio dei Municipi e la festa della Farnesina.

L’obiettivo è quello di favorire il gioco e il divertimento per i più piccoli, mostrando loro le qualità di uno sport come la pallavolo, noto per la sua capacità di favorire l’integrazione tra le diversità, di rafforzare i legami di amicizia grazie al gioco di squadra e di veicolare valori positivi come il rispetto per l’avversario, l’etica e il fair play. La pallavolo è uno sport incredibilmente educativo e per rafforzare questa identità il CT Roma proporrà ai bambini delle dimostrazioni di sitting volley, la disciplina che permette a normodotati e diversamente abili di giocare insieme a pallavolo nello stesso campo. Ancora una volta il messaggio che emergerà da questa importante attività è quello che una volta seduti a terra siamo tutti uguali e che le diversità più che alimentare i conflitti possono attenuarli, favorendo la solidarietà.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ