Roma 15 dicembre 2019
4 dicembre 2019

Grande affluenza per la prima giornata dell’edizione 2019 della Fiera della Piccola e media editoria

«Più libri più liberi è la sintesi perfetta di un grande manifesto culturale», ha detto Nicola Zingaretti
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Grande affluenza per la prima giornata dell'edizione 2019 della Fiera della Piccola e media editoria
ARGOMENTI

Roma, 4 dicembre 2019 – Si è inaugurata oggi la diciottesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria Più libri più liberi, l’appuntamento culturale più importante della Capitale dedicato esclusivamente all’editoria indipendente, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), nella sede del Roma Convention Center La Nuvola dell’Eur, gestito da Roma Convention Group. Già dal primo giorno, molto alta l’affluenza del pubblico, che ha affollato le biglietterie dalle prime ore del mattino.

A inaugurare la manifestazione, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’informazione e all’editoria Andrea Martella: «Sono felice di essere qui, in veste di rappresentante del Governo e di appassionato lettore. Più libri più liberi è ormai un appuntamento culturale tra i più importanti del Paese. È un luogo dove si respira voglia di cultura e di confronto. Il nostro Paese non sarebbe lo stesso se non ci fosse stato il contributo dell’editoria».

Dello straordinario valore dei libri e della lettura per lo sviluppo della coscienza critica dei giovani e per il progresso del Paese ha parlato anche il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: «La Fiera ha raggiunto l’età adulta e la sua importanza continua a crescere. Tra i motivi di questo successo c’è sicuramente il nome della manifestazione, che considero geniale: “Più libri più liberi” è la sintesi perfetta di un manifesto culturale di grande attualità. I libri servono ad aiutare le nuove generazioni a sviluppare una coscienza critica. Come regione ci impegniamo in ogni modo per essere vicini al comparto editoriale, che è uno dei pilastri dell’economia del Lazio. Per questo abbiamo voluto destinare un milione di euro al sostegno delle librerie indipendenti».

La sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi ha voluto indirizzare un messaggio alla Fiera: «Più libri più liberi è diventato un evento tradizionale per tutti gli addetti al settore dell’editoria ma anche per i semplici lettori e appassionati, come dimostrano le numerosissime presenze raggiunte in questi ultimi anni. La piccola e media editoria è un settore al quale mi sento particolarmente vicina».

«Da 150 anni AIE è la casa di tutti gli editori italiani e quella di oggi, di Più libri più liberi, è una grande occasione per far capire quanto il libro possa far bene al nostro Paese», ha sottolineato il Presidente dell’AIE Ricardo Franco Levi. «Creiamo un’Italia più giusta, più equa e più bella, colmando il divario degli indici di lettura nel Paese».

Di una «grande emozione che si rinnova» ha parlato la Presidente di Più libri più liberi Annamaria Malato, che ha aggiunto una riflessione sul tema scelto per quest’edizione della Fiera: «Abbiamo voluto parlare dell’Europa che sogniamo per i nostri figli, un’Europa accogliente, che unisce e non divide».

Diego Guida, Presidente Gruppo Piccoli Editori AIE, ha voluto rimarcare «la grande importanza del programma professionale di Più libri più liberi. Una vera e propria vetrina a disposizione degli editori per farsi conoscere tra il pubblico e sul mercato. Uno strumento particolarmente importante, in un momento in cui le librerie indipendenti sono in difficoltà».

Roberto Luongo, Direttore generale di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, ha ricordato l’ormai «tradizionale supporto dato da ICE alla Fiera. Un modo per promuovere all’estero il sistema industriale dell’editoria italiana e anche per presentare la cultura italiana al resto del mondo. Per questo abbiamo voluto portare 36 operatori dall’estero: per consentire alle case editrici di vendere diritti su altri mercati».

«Roma ha bisogno della Nuvola e la Nuvola ha bisogno di Roma» ha dichiarato il Presidente di EUR S.P.A. Alberto Sasso, che ha ribadito l’importanza di una manifestazione come Più libri più liberi per il territorio e per la struttura che la ospita: «Nei suoi primi tre anni di vita il Roma Convention Center è cresciuto moltissimo, ospitando centinaia di eventi».

Grande soddisfazione, infine, è stata espressa da Fabio Del Giudice, Direttore della Fiera: «Un obiettivo importante raggiunto, i diciott’anni, rappresentato dall’entusiasmante scena di migliaia di studenti che affollano gli stand in cerca del proprio libro preferito. Un’immagine che ci fa capire quanto Più libri più liberi possa offrire in termini di promozione culturale, rispetto agli scenari poco esaltanti che ci rimanda l’ISTAT sui dati della lettura».

Tra gli appuntamenti di domani, giovedì 5 dicembre

La seconda giornata di Più libri più liberi si aprirà alle 10.30, in Sala La Nuvola, con l’incontro dal titolo “Leggere la Costituzione a Mosca. La battaglia di Olga Misik e la generazione Putin” con la giovane attivista russa Olga Misik e Rosalba Castelletti.

“Gli anni delle stragi. Le inchieste di oggi” è l’appuntamento con Lirio Abbate, Emiliano Fittipaldi, Alessandro Gilioli, Bruno Manfellotto e Giovanni Tizian (Ore 12, Sala La Nuvola).

Alle 12, in Sala Sirio, è in programma l’incontro, moderato dal direttore del Messaggero Virman Cusenza, “Avere un’identità comune crea unione? Questioni di etica condivisa” con Sebastiano Maffettone e Luciano Violante.

Michele Serra, il direttore di Repubblica Carlo Verdelli e Riccardo Luna interverranno all’incontro “Notizie dal futuro” (Ore 12.30, Arena Robinson).

Dell’ “irresistibile declino italiano” si discuterà nel corso della presentazione del libro Declino di Andrea Capussela, con l’autore, Gianni Cuperlo e Stefano Folli (Ore 16.30, Sala Polaris).

Alle 17.30, in Sala Luna, Moni Ovadia e Massimo Brioschi saranno i protagonisti dell’incontro “L’autore e la voce”.

Mazen Maarouf sarà in Fiera insieme a Rossella Milone per raccontare il suo libro Barzellette per miliziani (Ore 17.30, Sala Elettra). Alle 18.30, in Sala Nettuno, presentazione del volume Pio La Torre dirigente del PCI a cura di Tommaso Baris e Gregorio Sorgonà, con Dario Carnevale, Gregorio Sorgonà e Giuseppe Tornatore.

Per quanto riguarda il programma professionale, alle 11.30 in Sala Aldus si terrà la presentazione dell’indagine AIE 2019 sulle biblioteche scolastiche. Interverranno Lucia Azzolina (Sottosegretario MIUR), Paolo Conti (Corriere della Sera), Ricardo Franco Levi (Presidente AIE) e Giovanni Peresson (Ufficio studi AIE).

Di “Educazione alla lettura nei programmi scolastici europei” si discuterà, alle 12.30 in Sala Aldus, con Paolo Conti (Corriere della Sera), Eva Lample Marcos (Liceo Cervantes), Esther Lehmann (Scuola Svizzera di Roma), Agnés Leone (Lycée Chateaubriand).

Per consultare il programma completo: www.plpl.it

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ