Roma 6 dicembre 2019
2 ottobre 2019

Garbatella Jazz Festival (GJF) 2019 XIV edizione: aspettando i 100 anni del nostro quartiere

3-4-5 Ottobre 2019 La Villetta – Via Francesco Passino n. 26, Via degli Armatori n. 3, Roma Il 3/10 dalle ore 20,30: 4-5/10 dalle 17.00 Ingresso gratuito – Bar e cucina
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI

Si avvicina il centenario di Garbatella. Il 18 febbraio del 1920 veniva avviata la costruzione del quartiere in piazza Benedetto Brin, nel bellissimo edificio che domina il cosiddetto “Pincetto”. Dall’atto costitutivo sono trascorsi quasi cento anni, un appuntamento importante che il Garbatella Jazz Festival (GJF) 2019 vuole festeggiare invadendo di musica le strade e le piazze del quartiere il 3, 4 e 5 ottobre. Epicentro della manifestazione è la sua location storica, la Villetta (Via F. Passino n. 26 – Via degli Armatori n. 3), che sarà vestita a festa, dopo il recente restauro.

Qui si alterneranno due doppi concerti, con un gruppo principale che si esibisce dalle 21.30 e un gruppo di apertura che lo precede alle 20.30:

Giovedì 3, l’inaugurazione è affidata al CANTINA JAZZ QUINTET con Mino Curiano (voce e tromba), Roberto Bachi (pianoforte), Marco De Santis (chitarra), Umberto De Santis (contrabbasso), Roberto Scarabotti (batteria), mentre alle 21.30 salirà sul palco del Festival il GO-DEX QUARTET, composto da Pasquale Innarella (sax tenore), Paolo Cintio (pianoforte), Leonardo De Rose (contrabbasso), Giampiero Silvestri (batteria) per un mood fresco e ricco di energia coinvolgente sia nelle ballad, sia nei pezzi ritmici. Il quartetto, nato dall’idea di Innarella, rilegge in chiave moderna, superando lo stereotipo del linguaggio dell’hard bop, le musiche del grande tenore sassofonista afroamericano Dexter Gordon pur rispettandone fortemente l’impronta.

Venerdì 4, un doppio concerto di artisti nella quasi totalità nati nel quartiere. In apertura, il Benedetto Mercuri Quartetto, composto dagli appassionati di jazz: Benedetto Mercuri (contrabbasso), Luca D’Antonio (sax), Gianni Antonacci (piano), Gigi Pedullà (batteria). A seguire il TRIO JAZZ composto da Luca Pirozzi (basso), Ettore Carucci (pianoforte) e Lele Anastasi (batteria), che propongono un progetto originale, dinamico e di grande musicalità, con un repertorio ricco e intenso che spazia tra i classici jazz di Herbie Hancock, Joe” Zawinul, Weather Report, e altri, arrangiati in chiave funk.

Sabato 5, infine, conclusione con il DASA QUINTETTO di Roberto Aversano (sax), Alessandro Ionescu (chitarra), Antonio Ricciardi (piano, tastiere), Dario Ambrosini (basso), Sauro Giovannetti (batteria); alle 21.30 FLOORS, un interessantissimo progetto formato da tre giovani musicisti della nuova scena jazz italiana: Francesco Ponticelli (contrabasso, elettronica), Francesco Diodati (chitarra, elettronica) e Filippo Vignato (trombone, efxs). Un trio collettivo, nato da una visione comune improntata alla ricerca di un sound che sovrapponga il suono acustico e quelli elettronici usati in tempo reale. Lo stesso nome del gruppo evoca una musica stratificata, su diversi piani, con uno sguardo al minimalismo e alle poliritmie, senza tralasciare momenti più melodici.

Altra musica con la STRADABANDA, della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, con il suo repertorio multiculturale e con la street band FANFAROMA di Controchiave. La prima il 4 ottobre, la seconda il 5, dalle 17.00 attraverseranno strade e piazze del quartiere in un’esperienza musicale collettiva, invitando tutti alla festa.

“Il Jazz, oltre ad essere grande arte narrativa personale, – dice Pasquale Innarella, direttore artistico del Festival e recentemente vincitore dell’European Jazz Award con la sua RusticaXBand – è espressione sociale, dove tanti elementi si fondono, così come avviene nella festa”.

“Il Garbatella Jazz Festival, di anno in anno, viene apprezzato da un pubblico sempre più numeroso – racconta Eraldo Saccinto, presidente dell’associazione Cara Garbatella – e di questo siamo lusingati perché ci rendiamo conto che è efficace la formula che presentiamo: jazz di qualità e a km zero, coniugato all’ingresso gratuito dell’iniziativa”.

Il quartiere Garbatella sarà inoltre omaggiato con letture dal palco di testi che lo raccontano e con la proiezione di fotografie e video inediti e d’epoca tratti dall’archivio dell’associazione culturale Cara Garbatella, curato da Giancarlo Proietti.

La rassegna, totalmente gratuita, è nata dalla collaborazione delle associazioni culturali Cara Garbatella ed Altrevie, in sinergia con Villetta Social Lab e Polisportiva G. Castello. L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Municipio Roma VIII.

“Abbiamo il piacere di patrocinare la XIV edizione di Garbatella Jazz Festival, kermesse che è entrata nelle piacevoli ricorrenze che si susseguono sul nostro territorio. Un primo appuntamento che guarda già a Garbatella 100, dove le iniziative culturali e di partecipazione si moltiplicheranno". – dichiara Amedeo Ciaccheri, Presidente del Municipio Roma VIII.

Progetto grafico di Carmela Di Giambattista, CDG arte&comunicazione

INFO

Tel. 331 6423680
331 9496348 (prenotazioni per la cena)
www.caragarbatella.it

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ