Roma 22 luglio 2019
13 maggio 2019

EDOARDO ALBINATI con "CUORI FANATICI" alla Libreria Pagina 272

Martedì 14 maggio 2019, ore 18.00 - Libreria Pagina 272 Via Salaria 272 – Roma
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
EDOARDO ALBINATI con "CUORI FANATICI" alla Libreria Pagina 272
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Presentazione del libro

CUORI FANATICI

di

Edoardo Albinati

Sarà presente l’autore

Amore e ragione
Una grande amicizia. Una folla di personaggi affamati di vita, legati dal desiderio e dalle parole. Il nuovo spregiudicato romanzo del Premio Strega 2016.

“La vita è più forte della salvezza stessa, non ne sente affatto il bisogno, la reclama solo a parole.”

Tutti i cuori sono fanatici. Quelli che ci racconta Edoardo Albinati hanno tra i venti e i trent’anni, e sono posseduti da una smania inesauribile: di capire, di essere se stessi eppure diversi, di proteggersi e bruciare. Vogliono poter desiderare senza limiti.
Intorno all’amicizia tra Nanni e Nico – il nucleo centrale del romanzo – si ramificano le vicende di una folla di personaggi: studenti pigri, bambine insonni, nonne dispotiche, supplenti dalle trecce bionde, maghi e terroristi, ragazze alla pari e dj.
A legarli sono sempre le parole, usate per sedurre e punire: Cuori fanatici è dunque un talk novel, romanzo di parole lanciate addosso e strappate di nascosto, di ragionamenti sofisticati o brutali, di chiacchierate assurde e litigi sussurrati.
Dopo la monumentale ricerca de La scuola cattolica, spostandosi verso l’inizio degli anni Ottanta, Albinati inaugura una nuova saga dove la posta in gioco sono le profondità oscure delle vite di ognuno di noi e le superfici scintillanti dei rapporti con cui si intrecciano. È la forza della letteratura a rendere conto dello slancio dei suoi cuori fanatici e a guidarli nel labirinto dove possono perdersi o salvarsi, e che ciascuno guardandosi allo specchio chiama: la mia vita.

EDOARDO ALBINATI è nato a Roma nel 1956. Lavora da venticinque anni come insegnante nel carcere di Rebibbia. Tra i suoi libri Maggio selvaggio, Orti di guerra, 19, Tuttalpiù muoio (scritto con Filippo Timi), Vita e morte di un ingegnere, Un adulterio. Nel 2016 ha vinto il Premio Strega con La scuola cattolica.

DA SEGNALARE «Albinati ha un equilibrio perfetto e una scrittura calibratissima, trasparente come il mare.» - “la Repubblica”

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ