Roma 20 novembre 2018
24 maggio 2018

Dai Momix a Sgarbi, la nuova stagione dell’Olimpico di Roma

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Dai Momix a Sgarbi, la nuova stagione dell'Olimpico di Roma
MUNICIPI E QUARTIERI

Prime assolute e nuove produzioni. E’ pronta a salpare (apertura ufficiale il 26 settembre con Antonello Costa e la pièce comica ’Ridi con me’) la nuova stagione del Teatro Olimpico.

Attesi tra gli altri, Vittorio Sgarbi con le sue incursioni nell’arte (dopo Caravaggio e Michelangelo si entra nel meraviglioso mondo di Leonardo); Massimo Ranieri con lo spettacolo campione di incassi e di repliche, ’Sogno e son Desto’; l’Orchestra di Piazza Vittorio con una rilettura ’androgina’ del ’Don Giovanni’ di Mozart; i Mummenschanz, maghi del colore, della forma, dell’illusione con ’You&Me’; Antonio Giuliani in scena con l’ultimo lavoro ’Insensibile’, viaggio ironico, sarcastico e disincantato tra le nevrosi del nostro quotidiano.
Ritornano poi nella capitale i Momix con la nuova creazione ’Alice’; a Natale il duo comico Lillo&Greg con il varietà ’Gagmen’; Maurizio Battista propone ’Papà perchè lo hai fatto?; Massimo Lopez e Tullio Solenghi saranno invece di nuovo in scena, dopo 15 anni, accompagnati dalla Jazz Company di Gabriele Comeglio.
E, ancora, prime assolute con la commedia ’Non mi hai più detto ti amo’, interpretata da Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia, la grande danza di Hofesf Shechter, ospite del Romaeuropa Festival, il Classical Russian Ballet protagonista di ’Schiaccianoci’, il Balletto del Sud con due lavori, ’La Giara’ e ’La Bella Addormentata’.

L’Accademia Filarmonica Romana in collaborazione con il Teatro Olimpico presenta poi, a maggio, l’opera in musica ’Donizetti L’Elisir d’amore – sciroppo per la tosse’ diretta da Manuel Renga.
In programma anche un omaggio a Pino Daniele con ’Musicanti’. L’obiettivo è quello di mettere in relazione le canzoni più significative dei primi album del cantautore napoletano, il rock, il blues, il jazz, il soul, con la drammaturgia e la tradizione partenopea per dare vita a un’esperienza musicale unica nel suo genere.

’’Ho immaginato la nuova stagione del Teatro Olimpico come uno sfaccettato caleidoscopio per ospitare grandi interpreti, spettacoli di generi diversi - ha dichiarato il direttore artistico Lucia Bocca Montefoschi - Il nostro obiettivo è quello di proporre una ricca selezione di appuntamenti affinchè il pubblico possa ’formare’ il proprio personalissimo abbonamento. Le nostre proposte - ha aggiunto- abbracciano tutte le età e ci piace pensare che la famiglia tutta ne possa godere. Anche i prezzi sono calibrati per tutte le tasche. Il Teatro è la nostra ’missione impossibile’ per vivere meglio!’’.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ