Roma 21 novembre 2018
30 agosto 2018

Crolla il tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami ai Fori. "Tragedia sfiorata, sabato c’era matrimonio"

L’edificio, costruito alla fine del ’500, è a pochi passi dal Campidoglio all’interno del Foro Romano spesso usato per le cerimonie nunziali: ne erano programmate due per il fine settimana. Prosperetti: "Cedimento strutturale improvviso, danni nell’ordine del milione di euro". Nessuna ripercussione al carcere Mamertino
Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Crolla il tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami ai Fori. "Tragedia sfiorata, sabato c'era matrimonio"
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

Nella chiesa di San Giuseppe dei Falegnami a Roma, non distante dal Campidoglio, è crollata un’ampia porzione di tetto. Il cedimento lo spiega il soprintendente archeologico di Roma Francesco Prosperetti: "Ha ceduto il tirante della trave del tetto, che poi ha provocato il crollo".

Fortunatamente la chiesa era chiusa, come ha confermato il sovrintendente. "Quando è arrivato il parroco, che vive accanto, ha praticamente visto il cielo entrando in chiesa. Anche se - ha aggiunto Prosperetti - alla chiesa di San Giuseppe dei Falegnami non c’èra stata fino ad oggi alcuna perdita di materiali". "Di fronte alle emergenze - ha poi osservato - non ci sono confini sulle competenze, sono qui con archeologi, storici dell’arte, architetti per vedere cosa si può fare per questa bellissima chiesa al centro della Capitale. L’importante è avviare subito i lavori di recupero e salvare quanto possibile tra il materiale crollato".

La chiesa, utilizzata soprattutto per celebrare matrimoni, sorge sopra il Carcere Mamertino e fu completata nel 1663 da Antonio Del Grande. Costruita tra la fine del 1500 e l’inizio del 1600, il complesso di San Giuseppe dei Falegnami a Roma venne restaurato nel 1886, con la costruzione di una nuova abside. L’interno è a navata unica con due cappelle per lato.

Tra le opere più notevoli da ricordare: una Natività di Carlo Maratta del 1651, che fortunatamente non risulta danneggiata. Il ministro per i Beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli, sta seguendo la vicenda del crollo del tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami al Foro Romano, in Roma ed è costantemente in contatto con il Segretario Generale, Giovanni Panebianco, che sta coordinando le unità del Mibac per far fronte all’emergenza. Tutta la struttura del Dicastero, con i tecnici specializzati, gli archeologi, gli architetti, gli storici dell’arte, i restauratori, si è immediatamente attivata. È infatti subito intervenuto personale della Soprintendenza speciale di Roma, del Parco archeologico del Colosseo e i Carabinieri del Nucleo Tutela.

La chiesa di San Giuseppe dei Falegnami è proprietà del Vicariato di Roma che ne ha la custodia. Al Mibac competono le funzioni di tutela. È stata inoltre tempestivamente attivata, tramite l’Istituto centrale per il catalogo, la raccolta di dati circa le opere d’arte contenute nella chiesa. Sul posto si sta recando anche il Sottosegretario Gianluca Vacca.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ